14 dicembre: “Aglio, olio a Gratosoglio” la cena di tutti per tutti al Cam di via Saponaro 30. Solidarietà e socialità

«“Aglio, olio a Gratosoglio” sarà la cena di tutti e per tutti, che organizziamo il 14 dicembre alle 19,30 al Cam di via Saponaro 30 – ci spiega Fabio Vergottini di Na.Pa, che con Andrea

«“Aglio, olio a Gratosoglio” sarà la cena di tutti e per tutti, che organizziamo il 14 dicembre alle 19,30 al Cam di via Saponaro 30 – ci spiega Fabio Vergottini di Na.Pa, che con Andrea della Comunità Oklahoma, ne cura l’iniziativa –. Una cena-incontro, dedicata a chi è più fragile o in difficoltà, alla quale sono invitati tutti gli abitanti del quartiere».

L’iniziativa è promossa da Milano PerCorsi, impresa sociale costituita da un pool di commercialisti milanesi, che ha proposto ad alcune associazioni di zona di aderire alla serata dedicata a tutta la comunità, con un occhio di riguardo ai più fragili.

«Per far fronte a tale impegno la nostra impresa sociale fa appello a tutti i suoi aderenti chiedendo un contributo per la partecipazione. L’eventuale esubero di risorse verrà utilizzato per assegnare borse di studio a favore dei ragazzi del quartiere». ha dichiarato Marcello Guadalupi socio di Milano PerCorsi.

La cena, patrocinata dal Municipio 5, sarà curata dalla Cucina di Albert della Comunità Oklahoma, che organizza catering per le più diverse iniziative sociali della zona Sud di Milano, dalla Coop. Agricola Madre Terra, di Zinasco (PV), che attraverso il lavoro nell’orto promuove l’impegno personale per la salvaguardia della terra come bene comune e dall’associazione culturale Fiori del Bangladesh.

Na.Pa, il comitato del distretto Naviglio Pavese, si è fatto subito promotore della serata per valorizzare anche le iniziative di solidarietà del quartiere, in collaborazione con la Social Street Gratosoglio Basmetto e con il Centro culturale Conca Fallata.

Durante la serata, oltre alla cena, è previsto un intrattenimento musicale con ospiti internazionali, un rapper di Gratosoglio e uno spettacolo di cabaret.  «La partecipazione è libera, chiediamo unicamente tanta voglia di condivisione con gli altri. È necessario il super Green Pass, per i meno fortunati che ne fossero sprovvisti prevediamo un packet-lunch da asporto».

Prenotazione obbligatoria: comunicazione@oklahoma.it

Sono pubblicista e videomaker, ancora prima che il mio appassionante mestiere fosse definito cosi. Dal 1974, anno del primo viaggio in Africa, in Somalia, realizzo documentari su tematiche sociali, antropologiche e storiche. Ho collaborato con diverse redazioni per programmi d’informazione e cultura, attualmente video-documento tutte o quasi tutte le iniziative che accadono nel sud della città (ma anche altrove).

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO