“6 più vicino” parte il progetto per portare online il commercio di vicinato

Portare il commercio locale online. È questa la sfida che Municipio 6 e commercianti hanno lanciato ai colossi del web con il progetto “6 più vicino”. L’obiettivo non è solo resistere ma rilanciare, visto l’incremento

Portare il commercio locale online. È questa la sfida che Municipio 6 e commercianti hanno lanciato ai colossi del web con il progetto “6 più vicino”. L’obiettivo non è solo resistere ma rilanciare, visto l’incremento che sta avendo il commercio online e quanto possono dare, anche in questo senso, il commercio di vicinato. Anche sulla velocità di consegna e l’attenzione al cliente. Non a caso sui manifesti che promuovono questa iniziativa, c’è scritto, tra gli altri messaggi: “Acquisto online: 24 ore. Nel negozio di vicinato: 10 minuti”.

«Milano si sta trasformando: con il documento #Milano2020 ha scelto esplicitamente di andare verso “la città dei 15 minuti”, come altre grandi città europee – dichiara Santo Minniti, presidente del Municipio 6 -. Questo significa che ogni cittadino dovrà avere i servizi fondamentali a 15 minuti di distanza a piedi o in bicicletta. Parliamo di svago, cultura ma anche di servizi commerciali. Il lockdown ha mostrato a tutti che le saracinesche abbassate sono una ferita per la città. E le luci spente degli ultimi mesi sono solo un assaggio di cosa potrebbero essere le città senza negozi di quartiere, se i commercianti non sapranno stare al passo con la trasformazione digitale». 

In quest’ottica il Municipio 6 ha lanciato “6 più vicino”, che punta a rendere i negozi di vicinato più a portata di click: un corso in 10 lezioni che approfondirà con i commercianti gli aspetti del marketing digitale, da come stare sui social a come creare un account business, fino alla vendita di un prodotto su internet.

Non fermare la modernizzazione quindi, ma dare gli strumenti ai commercianti per stare al passo coi tempi e, perché no, competere anche con i giganti dell’e-commerce.

«I negozi di vicinato sono attività imprenditoriali che creano lavoro e contribuiscono in modo significativo al Pil e al benessere del nostro Paese, pagano le tasse in Italia, svolgono un ruolo fondamentale di presidio civico. Per questo vanno difese – prosegue Minniti, parafrasando altri messaggi in via di affissione sul territorio -. Attività di vicinato attrattive e competitive sono certo nell’interesse dei commercianti, ma sono un asset per tutta la cittadinanza. Partiamo da qui ma andremo avanti».

Allo studio da parte del Municipio 6 anche un e-commerce di territorio e a servizi di consegna gestiti direttamente dai commercianti, in una sorta di centro commerciale diffuso.

Per informazioni e preiscrizioni: silvestro.rivolta@comune.milano.it (presidente Commissione Sviluppo Economico, Commercio e Bilancio),  Santo.Minniti@comune.milano.it  presidente Municipio 6 o visitando la pagina Facebook del presidente

Il presidente del Municipio 6 (a sinistra) Santo Minniti con il presidente della Commissione Sviluppo Economico, Commercio e Bilancio, Silvestro Rivolta.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO