“Milano aiuta”: attivo lo 02.02.02 del Comune per informare i cittadini più a rischio in caso di contagio

Il centralino 02.02.02 del Comune di Milano è  il nuovo servizio informativo “Milano aiuta” dedicato  agli anziani e alle persone fragili sulle iniziative solidali attivate in città. Attivo dalle 8 alle 20 dal lunedì al sabato, si possono richiedere

Il centralino 02.02.02 del Comune di Milano è  il nuovo servizio informativo “Milano aiuta” dedicato  agli anziani e alle persone fragili sulle iniziative solidali attivate in città. Attivo dalle 8 alle 20 dal lunedì al sabato, si possono richiedere informazioni sui servizi che man mano saranno attivati da aziende e dal privato sociale per affrontare l’emergenza dovuta alla diffusione del Covid-19.

“In questo momento difficile per Milano – dichiara l’assessore alle Politiche sociali e abitative Gabriele Rabaiotti – abbiamo chiesto a tutti di fare la propria parte: ai cittadini di restare a casa per evitare la diffusione del contagio e alle aziende e al privato sociale di aiutarci a mettere insieme una serie di iniziative per supportare i soggetti più fragili. La città ha dimostrato, come sempre, grande generosità e oggi siamo in grado di partire con le prime iniziative, con l’obiettivo di implementarle nel corso del tempo”.  

Nell’ambito della Protezione civile del Comune di Milano, gli operatori del centralino  informeranno sulle iniziative del settore farmaceutico, della grande distribuzione e della somministrazione dei pasti al domicilio.

Ogni operatore demanderà a un gruppo di lavoro  le richieste più specifiche collegati ai vari Municipi: come per  i servizi di prossimità, il lavoro dei servizi sociali territoriali, della rete WeMi e l’attività dei custodi sociali che sarà potenziata con nuovo personale dedicato a tale specifico compito.

L’informazione sui servizi sarà  ampliata  man mano che arriveranno nuove  iniziative dalle aziende private all’indirizzo email milanoaiuta@comune.milano.it

Cooperative Taxiblu e Autoradiotaxi 8585. Mettono a disposizione 40 corse giornaliere per accompagnare gratuitamente anziani ad appuntamenti improrogabili.

Lloyds Farmacia. Consegna gratuita dei farmaci con il ritiro delle relative ricette. Gli operatori del centralino indicheranno il numero di telefono della farmacia più vicina al domicilio.

•  Federfarma. Attraverso il Ministero della Salute è attivo anche un numero verde la consegna gratuita dei farmaci 

 • Spesa al domicilio. Coop, Conad, Lidl, MD offrono la spesa al domicilio per gli over 65 attraverso il circuito di Supermercato24 e Amazon. Prime now regala la consegna con una spesa minima di 15 euro. Anche Carrefour e Esselunga offrono la consegna gratuita.  Esselunga  inoltre sta potenziando il sistema di Locker (contenitori refrigerati sparsi in città) per la consegna della spesa in prossimità dell’abitazione. La start-up Soldo  dona  la spesa del valore di 50 euro a 500 anziani fragili selezionati dal Comune e attiverà canali paralleli di consegna dei generi alimentari a domicilio per i soggetti più deboli. Infine Emergency ha attivato il servizio di consegna gratuita a domicilio  di farmaci, spesa e beni di prima necessità per gli over 65, per coloro che sono in quarantena e per le persone fragili a rischio. I loro volontari si muoveranno in coppia e avranno un badge identificativo di riconoscimento.

• Amplifon. Per le persone più anziane ha messo a disposizione, attraverso un accordo con la Croce Rossa, la consegna gratuita al domicilio delle batterie per i loro prodotti acustici.

• “Volontari di condominio”. I volontari che vogliono mettersi a disposizione dei propri  vicini di casa, possono iscriversi  all’indirizzo per.volontariato@comune.milano.it  per  andare a fare la spesa per le persone più in difficoltà che abitano nel loro palazzo. “Sono tanti i cittadini che si sono messi a disposizione per dare una mano – ha dichiarato l’assessore con delega al Volontariato Laura Galimberti –  e noi stiamo lavorando per mettere a sistema tutta questa energia positiva e per mettere in campo iniziative concrete a sostegno dei servizi già attivi”. Nelle case popolari MM arriverà l’avviso agli inquilini del nuovo servizio e indicazioni  per evitare il contagio.

• Per i Senza dimora il Comune aprirà  anche di giorno i centri attivi nell’ambito del piano freddo per far sì che anche chi non ha una casa possa aver un rifugio. Emergency garantirà in queste strutture lo screening sanitario (misurazione della temperatura e delle funzioni respiratorie) degli ospiti, al fine di garantire la salute e la sicurezza di tutti.

Giornalista per caso… dal 1992, per una congenita passione per la fotografia. Dalle foto ai testi il passo è breve: da riviste di viaggio e sportive ai più quotati femminili e quotidiani nazionali sui temi del mondo del lavoro. Ho progettato e gestito newsletter di palestre e centri fitness. Ora faccio parte degli intrepidi inviati di Milanosud.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO