Aggressioni a studenti, dopo la Bocconi tocca al liceo Einstein

Il 28 marzo, davanti al liceo scientifico Einstein di Milano (zona sud-est), c’è stata l’ennesima aggressione con coltello a studenti all’uscita da scuola. Scrive la dirigente scolastica Alessandra Condito nella circolare 413 del 29 marzo

Il 28 marzo, davanti al liceo scientifico Einstein di Milano (zona sud-est), c’è stata l’ennesima aggressione con coltello a studenti all’uscita da scuola. Scrive la dirigente scolastica Alessandra Condito nella circolare 413 del 29 marzo 2022 a famiglie e studenti: “ritengo mio dovere informarvi che periodicamente (3 eventi nell’a.s. in corso) vengono segnalati nelle vie limitrofe alla scuola episodi di aggressione ai danni di nostri studenti… agiti da una coppia di ragazzi, avvengono per lo più negli orari di ingresso o uscita… si tratta di aggressioni, spesso con la minaccia di un coltello, per il furto di cellulari, collane o piccole somme di denaro… l’ultima aggressione è avvenuta ieri in via Einstein, di fronte alla Residenza universitaria (che si trova proprio davanti ai cancelli della scuola – Ndr)”.

Ovviamente, continua la dirigente, la scuola ha allertato le Forze dell’Ordine, “nell’auspicio di un rafforzamento del presidio territoriale, compatibilmente con le risorse in capo ai Comandi di Zona”. Si chiede alle famiglie la tempestiva denuncia dell’accaduto e agli studenti di “non reagire (sperando che non si trovino mai in situazioni simili) di fronte a minacce”.

Tra l’altro, sotto il profilo della responsabilità diretta, spetta alla scuola mettere in atto tutte le azioni possibili per prevenire e contenere il danno.

In altre situazioni simili, infatti, si è provveduto a organizzare servizi di vigilanza: al polo scolastico Allende-Varalli-Torricelli di via Ulisse Dini, fino a 5 anni fa erano i City Angels a vigilare sulla sicurezza del perimetro degli istituti e in prossimità degli ingressi, peraltro in forma gratuita mentre ora il servizio è svolto da una società a pagamento.

Al liceo Berchet, al fine di garantire la sicurezza anche nelle vicinanze della scuola, da anni sono stati presi contatti con tutti i commissari e i comandanti dei Carabinieri di zona, e il prefetto.

All’Università Bocconi, invece, sono gli stessi addetti alla verifica, per esempio, del mantenimento delle distanze e il rispetto delle norme anti Covid ad accompagnare ogni sera gli studenti da via Gobbi alle residenze più vicine, dalle ore 18 alle 0,30, da lunedì a venerdì. Da tempo, infatti, avvenivano furti e aggressioni ai danni degli studenti all’interno del parco Ravizza adiacente all’ateneo.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO