Al via la stagione teatrale del PimOff

Siamo entrati formalmente nella stagione culturale 2015/2016 e anche il PimOff, nella serata di venerdì 2 ottobre - alla presenza dell’assessore alla Cultura Filippo Del Corno, per la prima volta in visita presso gli spazi

PimOffSiamo entrati formalmente nella stagione culturale 2015/2016 e anche il PimOff, nella serata di venerdì 2 ottobre – alla presenza dell’assessore alla Cultura Filippo Del Corno, per la prima volta in visita presso gli spazi di via Selvanesco – ha presentato il proprio cartellone teatrale, mentre si festeggiavano poi con un’iniziativa originale i dieci anni di attività.

Inutile dire che la creatività è qui elemento portante. La città, invitata alla presentazione, ha potuto assistere, infatti, alle performance di “pianomirroring” di Alessandro Sironi che, guardando le persone sedute di fronte a lui, pigiava i tasti del pianoforte, ispirato da quegli occhi come fossero spartiti, suonando letteralmente le persone. Ma veniamo ai primi progetti per questa prossima stagione.

Dal 10 al 13 ottobre andrà in scena una produzione PiM, “L’ultimo Kaligola”, di Enrico Casale, Davide Faggiani e Simone Ricciardi, presentato in anteprima a Il Padiglione dei Teatri, iniziativa promossa dal Comune di Milano in occasione di Expo. Lo spettacolo della ligure Compagnia degli Scarti si presenta come l’ultimo capitolo di una trilogia dedicata all’analisi del potere, che fa seguito a Ubu Rex e La serva padrona, rispettivamente del 2011 e 2012. Gli scienziati stanno lavorando per debellare il virus della cattiveria. Come? Riportando in vita il primo uomo considerato l’incarnazione del male, Caligola, l’imperatore romano ricordato nella storia come tiranno eccentrico e stravagante.

Gli spazi del PimOff ospiteranno poi Exister, festival dislocato in vari punti della città, che ha come protagonista la danza. Il 22 ottobre ci sarà Field: tre ballerini si esibiranno seguendo le melodie di 100 canzoni d’amore, secondo le coreografie di Tabea Martin.

Il 23 ottobre, “L.A.N.D. where is my love”, con le coreografie di Daniele Ninarello, per portare sul palco lo scambio ciclico e continuo che avviene tra i danzatori e l’ambiente circostante. A seguire, Vacuum, di Philippe Saire, che stupirà il pubblico con i Dispositivi, una serie di performance nate dal connubio tra danza e arti visive che, attraverso due tubi, creano l’illusione ottica di assistere alle surreali citazioni di opere sia rinascimentali sia contemporanee.

Il 29 ottobre, invece, il PimOff sceglie di portare in scena una rappresentazione dal titolo equivoco, “La carne è debole”, scritto, diretto e interpretato dal siciliano Giuseppe Lanino. Lo spettacolo, infatti, non mette al centro le passioni amorose ma, prendendo spunto dagli attualissimi temi legati a Expo, si concentra sullo sfruttamento animale e umano, delle risorse idriche, sull’inquinamento, i problemi alimentari e i cambiamenti climatici.

I prezzi saranno ovviamente popolari, 15 euro il prezzo medio di uno spettacolo, con sconti e agevolazioni previsti per i residenti della Zona 5, i giovani, gli anziani e i convenzionati. E a pagina 14 del nostro giornale “su carta”, un coupon da presentare in biglietteria che vi permetterà di avere un biglietto omaggio per ogni biglietto intero acquistato.

Per tutte le info: www.pimoff.it

Federica De Melis

(Ottobre 2015)

Laureata in Comunicazione politica e sociale, blogger e fotografa d’assalto, aggredisce la cronaca spregiudicatamente e l’html senza alcuna reverenza (e il sito talvolta ne risente), ma con la redazione è uno zuccherino. La sua passione è il popolo.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO