Area B: dal 15 ottobre telecamere accese. Deroghe 50 permessi all’anno per le auto da Euro 1 a Euro 4

Dopo la  lunga sospensione per il lockdown da covid -19, il 15 ottobre viene riattivata l'Area B.  La riapertura è stata confermata  dall'assessore alla Mobilità Marco Granelli in quanto  la congestione del traffico veicolare in

Dopo la  lunga sospensione per il lockdown da covid -19, il 15 ottobre viene riattivata l’Area B.  La riapertura è stata confermata  dall’assessore alla Mobilità Marco Granelli in quanto  la congestione del traffico veicolare in città ha superato i livelli di febbraio, preesistenti all’emergenza sanitaria. Dalle statistiche  girano molte più auto di prima, probabilmente per il timore che il trasporto pubblico sia veicolo di contagio del virus, anche se la capienza massima dell’80% dei mezzi non risulta ancora raggiunta. 

Quindi da giovedì  15 ottobre i  veicoli più inquinanti da Euro 0 benzina a Euro 4 diesel (privati), e dall’11 gennaio 2021 anche gli Euro 1 benzina e Euro 4 diesel commerciali, non potranno più entrare e circolare in città. Tuttavia a queste  auto è consentito  muoversi in città per  50 giorni all’anno, anche non consecutivi. «Per rafforzare il processo di conoscenza del provvedimento – scrive Granelli – e in considerazione del periodo di sospensione di Area B, sono concessi 50 giorni di circolazione, anche non consecutivi, per ogni veicolo soggetto ai divieti ambientali». Un bonus utilizzabile a partire dal primo accesso ai varchi fino al 30 settembre 2021.

Saranno 45  le telecamere che si riaccendono. Per Marco Granelli  «La riattivazione di Area B aiuterà a ridurre il numero dei veicoli più inquinanti in ingresso in città. La data del 15 ottobre tiene conto non solo dell’innalzamento degli indici di congestione ai livelli del periodo pre-Covid, ma anche dell’avvio della stagione termica che inevitabilmente porta al rialzo dei valori degli inquinanti». 

Purtroppo risulta ancora sospeso da agosto scorso il “Bando per la concessione di contributi, destinati ai residenti a Milano, maggiorenni, per l’acquisto di veicoli a minore impatto ambientale e mezzi di mobilità non alimentati con motore endotermico” in quanto sono stati esauriti i fondi prenotabili.

Forza Italia si sta rivolgendo alla prefettura perché intervenga per sospendere Area B fin quando ci saranno le limitazioni al trasporto pubblico.

Apertura Area B zona a traffico limitato  

Dunque da giovedì 15 ottobre, con la partenza della stagione termica, Area B sarà nuovamente attiva. La Ztl sarà in funzione dal lunedì al venerdì dalle 7:30 alle 19:30, festivi esclusi.  Inoltre viene ripristinata la sosta regolamentata extra filotranviaria negli ambiti 8, 25, 31, 34, 35, 36, 38, 42, 43. Entrambi i provvedimenti erano stati sospesi lo scorso 12 marzo con l’adozione delle misure straordinarie per l’emergenza sanitaria e il “lockdown”.

L’area B coincide con gran parte del territorio della città di Milano. È una zona a traffico limitato, circoscritta da 187 varchi, con divieto di accesso e circolazione per i veicoli più inquinanti e per quelli con lunghezza superiore ai 12 metri che trasportano merci. Vietando in modo graduale e progressivo l’accesso ai veicoli più vecchi e responsabili delle emissioni più inquinanti, consente di delimitare un’area a basse emissioni nocive per la salute e l’ambiente. L’accesso, ove consentito, non è soggetto a pagamento.

Previa registrazione qui si può verificare le proprie targhe e le deroghe  controllare gli accessi effettuati  il numero di giorni disponibili per libero accesso e circolazione.

Le  45 telecamere che torneranno attive

Via Anassagora, Baroni, Basilea, Cassinis, Fantoli, Carlo Feltrinelli, Gallarate 1 e Gallarate 2, Gonin, Mecenate, Giuditta Pasta, Pirelli, Rogoredo, Sarca, Tofano, Zurigo, Corelli, Camillo e Otto Cima, Rubattino, Caduti di Marcinelle, Monneret de Villard, Carnia, Palmanova e Palmanova altezza ponte della ferrovia, Cambini, Clitumno, Assietta, Gabbro, Bovisasca, Oriani, Certosa 1 e Certosa 2, Bressanone, Capodistria, Montefeltro, Columella, Sesto San Giovanni, Fulvio Testi, Comboni, Senigallia 1 e Senigallia 2, Vincenzo da Seregno 1 e Vincenzo da Seregno 2, Litta Modignani, Appennini.

Prevista l’attivazione nei prossimi giorni di altri 10 varchi:  Monsignor Romero, Seguro, Luraghi, Gozzoli, Lucca 1 e Lucca 2, Ciconi, Lorenteggio, Lodovico il Moro, Buccinasco.

Deroghe

• I titolari di un Pass disabili possono accedere ad Area B con qualunque tipo di veicolo, anche in divieto, previa comunicazione della targa.

• I veicoli destinati al trasporto persone diesel Euro 4-5 di lavoratori che effettuano il tragitto casa/lavoro e lavoro/casa nella fascia oraria in cui l’offerta di trasporto pubblico è ridotta, ovvero che operano in turni con orari articolati con ingresso antecedente le 7.00 o uscita successiva alle 21.00 possono, previa registrazione, usufruire di una deroga di un anno rispetto al divieto di accesso e circolazione previsto per la classe ambientale.

• I veicoli destinati al trasporto persone diesel Euro 4-5 utilizzati da Agenti di commercio (Codice ATECORI 2007 Sez. G div. 46, risultante in Visura CCIAA) possono, previa registrazione, usufruire di una deroga di un anno rispetto al divieto di accesso e circolazione previsto per la classe ambientale

Per ulteriori approfondimenti da lunedì  12 ottobre puoi controllare tutti  i provvedimenti  della sezione Area B: agevolazioni e deroghe link:

Area B. La storia

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO