Asperger, intestata a Lucio Moderato l’aula magna della Scuola Futuro Lavoro

Inaugurata il 7 settembre 2019, questa scuola, unica in Europa, rappresenta il progetto formativo della Fondazione “Un futuro per l’Asperger”. Creata dall’imprenditore milanese Massimo Montini, il professor Moderato vi ha formato 3.000 insegnanti di sostegnoAlla vigilia

Inaugurata il 7 settembre 2019, questa scuola, unica in Europa, rappresenta il progetto formativo della Fondazione “Un futuro per l’Asperger”. Creata dall’imprenditore milanese Massimo Montini, il professor Moderato vi ha formato 3.000 insegnanti di sostegno

Alla vigilia della Giornata mondiale dell’Asperger (18 febbraio), la Fondazione “Un Futuro per l’Asperger” ha intestato l’aula magna della Scuola Futuro Lavoro, di via Ondina Valla 2 (in zona Romolo), al professor Lucio Moderato (nella foto), morto di Covid nel dicembre 2020, direttore dei Servizi per l’autismo di Fondazione Sacra Famiglia onlus, promotore dell’istituto di eccellenza, insignito della carica di Cavaliere all’Ordine della Repubblica Italiana per meriti scientifici e umanitari (la sindrome di Asperger fa parte di una categoria ampia detta disturbo dello spettro autistico). Con la sua scuola di formazione, Moderato ha formato 3.000 insegnanti di sostegno all’inserimento nel mondo del lavoro dei portatori della sindrome di Asperger, ha portato il suo lavoro in tante regioni del nostro paese, ma anche in America e in Africa, ha elaborato protocolli d’inserimento al lavoro, sui quali, purtroppo, le aziende sono ancora molto sorde.

Scuola Futuro Lavoro, inaugurata il 7 settembre del 2019, unica in Europa, è il progetto formativo della Fondazione “Un futuro per l’Asperger”, creata dall’imprenditore milanese Massimo Montini. Nonostante la pandemia, gli iscritti sono sempre aumentati. Le richieste arrivano anche da fuori regione. Lo scopo della scuola è valorizzare le potenzialità degli studenti Asperger in una situazione ambientale, sensoriale e didattica, congeniale al loro stile di apprendimento.

La cerimonia, pur rispettando le distanze come da normativa Covid, ha visto la presenza di molti familiari e ospiti come Anna Bovi presidente di Angsa (Associazione Nazionale Genitori di Soggetti Autistici), il ministro Massimo Garavaglia, l’europarlamentare Patrizia Toia (con un videomessaggio), l’assessora Gaia Romani del Comune di Milano.

Carlo Borghetti, vice presidente del Consiglio regionale della Lombardia, ha affermato: «È importante fare memoria di una persona di grande umanità e competenza come Lucio Moderato che ha dedicato tutta la vita al sostegno della fragilità, con passione e intelligenza nell’individuare e lavorare nelle attività e nei servizi a sostegno delle persone, dei loro familiari e della formazione degli operatori, e lo ha saputo fare con spirito innovativo».

Alessandra Locatelli, assessore di Regione Lombardia a Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità ha aggiunto: «Nella Giornata mondiale della sindrome di Asperger i riflettori sono puntati su questo disturbo, ma è grazie a realtà come Scuola Futuro Lavoro, a persone come il professor Moderato e a tutti coloro che quotidianamente mantengono accese le luci sui disturbi dello spettro autistico, che possiamo realmente contribuire a migliorare la qualità di vita dei più fragili e delle loro famiglie».

«Sono molto contento – ha dichiarato infine l’assessore al Welfare e Salute del Comune di Milano Lamberto Bertolé – di aver potuto condividere questo momento in ricordo di Lucio Moderato, precursore nel suo campo e a cui dobbiamo riconoscere un importante contributo al superamento dello stigma che spesso accompagna chi soffre di disturbi dello spettro autistico e alla piena integrazione nella società, attraverso il lavoro e la socialità. Un impegno che, grazie anche alla decisione di dedicare alla sua memoria l’aula magna di Scuola Futuro Lavoro, non smetteremo di ricordare».

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO