Incidenti in calo. Altri 10 autovelox in arrivo, ma il Viminale contesta i ritardi nella notifica delle multe

La Polizia Locale ha annunciato un calo del 50% degli incidenti stradali a Milano. Nel dettaglio il numero di incidenti con feriti nel 2014 (dato al 25 settembre) è stato di 4.728, contro i 9.603

La Polizia Locale ha annunciato un calo del 50% degli incidenti stradali a Milano. Nel dettaglio il numero di incidenti con feriti nel 2014 (dato al 25 settembre) è stato di 4.728, contro i 9.603 del 2013. Le persone che hanno riportato lesioni sono state 5.336, in notevole calo rispetto ai 12.535 dell’anno precedente. Calano anche gli incidenti mortali: 33 nel 2013 contro i 30 di quest’anno.

Secondo l’Amministrazione comunale parte del merito di questi dati è da attribuire ai 7 autovelox, disposti in città nei viali Famagosta ed Enrico Fermi, le vie di Chiesa Rossa, Missaglia, Palmanova e Parri e il cavalcavia del Ghisallo. Per questo il Comune ha previsto l’istallazione di 7 nuove telecamere, tra le probabili ubicazioni Fulvio Testi, via Novara e via Fermi.

Intanto dal Viminale arriva una doccia fredda per il Comune. È stato infatti accolto il ricorso delle associazioni dei consumatori, che contestavano il calcolo dei 90 giorni di tempo massimo per la notifica dell’infrazione, non dal momento della foto degli autovelox, ma dalla data in cui la Polizia locale raccoglieva i dati.

È probabile a questo punto aspettarsi una pioggia di ricorsi al Giudice di Pace per le multe ritardatarie, anche se il Comune continua a rimanere sulle sue posizioni, basandosi sul primo comma dell’articolo 201 del Codice della strada, nella parte in cui non fa decorrere il termine per la notificazione “comunque dalla data in cui la pubblica amministrazione è posta in grado di provvedere alla loro identificazione”.

Laureata in Comunicazione politica e sociale, blogger e fotografa d’assalto, aggredisce la cronaca spregiudicatamente e l’html senza alcuna reverenza (e il sito talvolta ne risente), ma con la redazione è uno zuccherino. La sua passione è il popolo.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO