Caldo: attivo il numero verde 800.777.888 per assistere le persone fragili

In questi giorni di grande caldo - i meteorologi parlano del luglio più rovente da oltre un secolo - anche quest'anno il Comune ha messo a punto un piano per fare fronte ai malesseri provocati

caldoIn questi giorni di grande caldo – i meteorologi parlano del luglio più rovente da oltre un secolo – anche quest’anno il Comune ha messo a punto un piano per fare fronte ai malesseri provocati dall’afa. Per tutti gli anziani che vivono soli, con disabilità o problemi di salute è possibile richiedere assistenza al numero verde gratuito 800.777.888, in funzione tutti i giorni dalle 8 alle 20. Si può accedere a vari servizi: pasti a domicilio, accompagnamenti, pulizia della casa e igiene della persona e teleassistenza. Chi avesse necessità di un assistente familiare, anche solo per il periodo estivo, può rivolgersi allo sportello del Comune di Milano CuraMi. www.curami.net – Tel. 0240297643-44.

Dal 3 giugno il Comune ha potenziato i servizi di assistenza domiciliare già forniti durante l’anno a circa 24.000 anziani in carico ai Centri Multiservizi Anziani, estendendoli anche ad una fascia di cittadini solitamente non seguiti tutto l’anno, ma che durante l’estate, complice il caldo e l’assenza di familiari, badanti e vicini di casa, possono trovarsi in difficoltà.

Gli interventi previsti dal piano del Comune si svolgeranno in due fasi: la prima, già in atto, durerà fino al 29 luglio; la seconda fase durerà dal 30 luglio al 31 agosto (con possibile proroga sino al 6 settembre). Secondo i dati della cosiddetta “Anagrafe della Fragilità”, redatta ogni anno dal Comune in collaborazione con Asl Milano e i medici di famiglia, sono circa 7.000 gli anziani fragili, cioè con più di 75 anni che vivono soli (o risultano anagraficamente soli) e in precarie condizioni di salute perché malati cronici o entrati e usciti più volte dall’ospedale. Sono mille persone in più rispetto a soli tre anni fa quando erano stati registrati 5.998 anziani. I servizi sono offerti a tutti gli anziani fragili e vi si accede su base volontaria. Perciò sono fondamentali le segnalazioni di familiari, parenti, vicini di casa e conoscenti per far sì che nostri servizi possano intervenire tempestivamente.

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO