Cascina Campazzino, salta fuori l’offerta della Fondazione Fratelli di San Francesco: l’avevano consegnata al protocollo sbagliato

Contrordine, il bando per la sistemazione e gestione della Cascina Campazzino non è andato deserto, ma ha un’offerta ed è quella della Fondazione Fratelli di San Francesco, come fra Clemente, direttore delle opere della fondazione,

Contrordine, il bando per la sistemazione e gestione della Cascina Campazzino non è andato deserto, ma ha un’offerta ed è quella della Fondazione Fratelli di San Francesco, come fra Clemente, direttore delle opere della fondazione, aveva annunciato al nostro giornale.

È quanto si apprende oggi dal Comune, che ha riconvocato la commissione per l’ammissione alla gara dell’offerta della fondazione, giunta in Comune giovedì 24 poco prima della chiusura dei termini, ma al protocollo sbagliato (“al secondo piano al posto del quarto” dicono dal Comune) che l’ha inoltrata solo ieri, quindi tardi per la prima riunione della Commissione, tenutasi venerdì 25.

La Commissione, dopo aver ammesso l’offerta della Fondazione, entro una decina di giorni valuterà nel merito le offerte per Cascina Campazzino, Cascina Monluè e le aree e di via Breda e Val Gardena nel nord Milano e, se non ci saranno problemi, amministrativi o di opportunità, attribuirà gli immobili ai partecipanti alle gare.

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO