Centro Carraro, i primi lavori entro giugno

Dopo anni di annunci e mobilitazione il Carraro sembra essere a una svolta. Finalmente il Comune ha assegnato i lavori per la sistemazione degli spogliatoi del centro (circa 700mila euro), che furono annunciati dal nostro

Dopo anni di annunci e mobilitazione il Carraro sembra essere a una svolta. Finalmente il Comune ha assegnato i lavori per la sistemazione degli spogliatoi del centro (circa 700mila euro), che furono annunciati dal nostro giornale nel novembre scorso, e l’intervento dovrebbe iniziare a fine giugno, a stagione sportiva terminata.

A settembre quindi, se gli impegni saranno rispettati, le numerose società sportive che operano al Carraro non dovranno più cambiarsi in spogliatoi fatiscenti, con docce mal funzionanti (nella foto accanto uno dei locali del centro sportivo). Situazione questa che aveva generato non poche proteste e attriti, tra le società, gli sportivi e Csi e Us Acli, gestori del centro dall’estate del 2012, succedutisi dal 2009 ad altri due altri soggetti, che avevano rinunciato alla gestione, a causa delle alte spese di gestione delle strutture. Ma le novità non finiscono qui. Il Comune ha vinto un finanziamento ministeriale da oltre 2mlioni di euro che utilizzerà per sistemare una volta per tutte le strutture dell’attuale impianto, presumibilmente entro….. Quando ne scrivemmo erano previsti i lavori di sistemazione di aree verdi, dell’impiantistica, con la posa di sistemi fotovoltaici di alimentazione energetica. Il progetto prevedeva anche la realizzazione di due campi da calcio a 5 e uno da 11 in erba sintetica, una parete da roccia, un’area multimediale, una nuova area per l’educazione stradale, una zona ristoro e una per gli uffici.L’assessorato allo Sport sta anche studiando nuove modalità di gestione della struttura «In modo da coinvolgere più in modo più ampio tutti i soggetti che operano nel Centro Carraro – ha affermato Walter Repossi, presidente della commissione Sport in CdZ5 -. Nell’incontro con tutte le associazioni sportive, avvenuto a inizio maggio con l’assessore Chiara Bisconti, tutti hanno confermato di voler rimanere con le proprie attività all’interno del centro. In quell’occasione l’assessore ha confermato che il Comune presto farà una proposta per la gestione futura del Carraro. Molto probabilmente, dopo i pareri espressi dalle associazioni, ci sarà una “gestione condominiale” dove Csi e Acli, attuali gestori, saranno gli amministratori e verranno trovate formule “migliorative” per la partecipazione tutti».

Tutto bene, dunque? Per il consigliere di Zona Massimiliano Toscano no: «Le associazioni Red Devils e Nuova Atletica 87, che raccolgono moltissimi atleti, si sono spesso lamentate in questi due anni di questa nuova gestione “sperimentale, perché hanno dovuto occuparsi di una parte della manutenzione ordinaria e procurarsi spesso gli strumenti per operare. Per esempio, nel novembre scorso, la stessa Red Devils ha dovuto disinfestare gli spogliatoi. Questo perché nell’attuale contratto non è specificato chiaramente cosa si intende per “manutenzione straordinaria e promozione dello sport”. Ua situazione che ha avuto ricadute pesanti nel clima all’interno del Carraro e limitato fortemente le attività delle associazioni sportive. Ora che si parla di una nuova gestione – ha concluso Toscano – auspico forme di coinvolgimento più dirette delle associazioni sportive e che l’intermediazione dei gestori sia ridimensionata solo per alcune precise competenze, come auspico una maggiore informazione e coinvolgimento dell’opposizione in CdZ5 su questa questione».

Stefano Ferri

 

8 giugno, Festa dello Sport

Domenica 8 giugno al Centro Carraro (via dei Missaglia146) si svogerà la consueta Festa dello Sport. Dalle ore 9 alle 18 le società sportive che operano al centro presenteranno le proprie attività, con dimostrazioni e prove gratuite di basket, tennis, rugby, karate, ginnastica artistica, sport da combattimento e calcio, con dalle ore 9 la scuola calcio Milan per ragazzi dai 5 ai 18 anni. Previsti durante la giornata anche dimostrazioni di danze sportive hip hop, gag e zumba e gazebo delle associazioni culturali della Zona 5. La manifestazione è patrocinata dal Consiglio di Zona 5.

Laureata in Comunicazione politica e sociale, blogger e fotografa d’assalto, aggredisce la cronaca spregiudicatamente e l’html senza alcuna reverenza (e il sito talvolta ne risente), ma con la redazione è uno zuccherino. La sua passione è il popolo.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO