Chiuso per 15 giorni a causa di risse e violenze l’Amaranta club al quartiere Missaglia

Il questore Giuseppe Petronzi ha decretato giovedì scorso la sospensione per 15 giorni della licenza dell’Amaranta club di via De Ruggiero 6. Il motivo è sempre lo stesso: risse e aggressioni fuori del locale, alla

Il questore Giuseppe Petronzi ha decretato giovedì scorso la sospensione per 15 giorni della licenza dell’Amaranta club di via De Ruggiero 6. Il motivo è sempre lo stesso: risse e aggressioni fuori del locale, alla chiusura della discoteca, tutti per futili motivi, con protagonisti gruppi di giovani, talvolta armati di spranghe e coltelli. Nelle settimane scorse un ragazzo è rimasto vittima di un investimento volontario, riportando una prognosi iniziale di trentacinque giorni, e una giovane donna è stata colpita con calci e pugni da almeno quattro persone, con successiva prognosi di quindici giorni.

Con il provvedimento del 17 febbraio, la discoteca, prevalentemente frequentata da sudamericani, colleziona il quinto provvedimento di sospensione della licenza in 5 anni. Un record negativo, che comunque non dà l’esatto quadro della situazione: è infatti da oltre 10 anni che il locale, con musica ad alto volume e schiamazzi costituisce un problema di degrado, oltre che di ordine pubblico.

Considerata la frequentazione e l’incapacità dei gestori del locale di porre fine a questa situazione, la revoca della licenza, vista la recidiva, dovrebbe essere definitiva.

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO