Comune 2.0: tasse, certificati, multe… da oggi lo sportello è virtuale

L’obiettivo della trasformazione digitale di Palazzo Marino? Raddoppiare i cittadini che usano i servizi online. E soprattutto, ecco l’idea forte, creare un filo diretto con i milanesi. “Oggi l’uso dei nostri servizi online è al

, Comune 2.0: tasse, certificati, multe… da oggi lo sportello è virtuale

Immagine 6L’obiettivo della trasformazione digitale di Palazzo Marino? Raddoppiare i cittadini che usano i servizi online. E soprattutto, ecco l’idea forte, creare un filo diretto con i milanesi. “Oggi l’uso dei nostri servizi online è al 40%”, ha spiegato l’assessore alla Trasformazione digitale e Servizi civici Roberta Cocco. “E’ nella media europea, ma c’è molto da fare per arrivare almeno all’80%”. Tra gli interventi necessari, quello della “dematerializzazione” dei documenti dell’amministrazione: “solo il 5% dei documenti oggi è digitale”, continua Cocco, mentre una razionalizzazione è prevista anche per i tre portali principali dell’amministrazione (del Comune, del turismo e della mobilità) e per i 22 secondari: “I contenuti sono tutti utili, ma bisogna superare il concetto di “portale” per andare verso una “piattaforma”, un vero “hub digitale”.

La gara d’appalto per la realizzazione della piattaforma unica che dovrà riunire tutti i portali è già stata lanciata e verrà aggiudicata ad aprile: cinque milioni di euro in due anni per trovare chi, entro il 2017, dovrà dare tecnicamente corpo alla rivoluzione digitale promessa dalla Giunta Sala. Infatti molto presto basterà un pc per consultare il proprio “fascicolo virtuale”, che contiene tutta la nostra storia amministrativa, dai versamenti delle tasse alla richiesta di un pass per il parcheggio.

Voce per voce, tutte le novità. Prima di tutto la creazione del “Fascicolo del cittadino” come area online, personale e sicura, per gestire ogni pratica e rapporto con l’amministrazione; poi un “Cruscotto della Mobilità” per le informazioni su traffico, sosta, area C, e anche un sistema evoluto per la sicurezza, al servizio della polizia locale, per il monitoraggio della città e la gestione delle emergenze; uno “Spazio sociale” per la domanda e offerta di servizi sociali; la “Digitalizzazione dell’educazione”, con strumenti online per tutto ciò che riguarda la scuola, dalle iscrizioni alle presenze dei docenti; la “Digitalizzazione delle pratiche urbanistiche”; uno sportello digitale degli “Eventi, Open data”, per la partecipazione dei cittadini; uno “Spazio municipi”. Infine, la formazione per i cittadini non digitali: perché “il digitale non deve lasciare indietro nessuno.

“All’interno della struttura del comune le parole d’ordine sono integrazione e orchestrazione”, ha detto Roberta Cocco. “Oggi usiamo 852 server, 200 applicazioni e soprattutto ben 185 database, che dovranno armonizzarsi il più possibile”.

Carta d’identità elettronica on line: è boom! Una mano alla digitalizzazione è arrivata dalla possibilità di richiedere la Carta d’Identità elettronica. E la risposta è stata entusiastica! Già da fine ottobre scorso, i milanesi che avevano il documento in scadenza, hanno potuto prenotare un appuntamento in una delle sedi anagrafiche del Comune per il rilascio. Per fissare l’appuntamento, è bastato collegarsi al sito del Comune scegliendo data, ora e sede.

La nuova carta d’identità, che sostituirà il documento tradizionale, è in materiale plastico e ha le dimensioni di una carta di credito. È dotata di particolari sistemi di sicurezza, di un microchip a radiofrequenza che memorizza i dati del titolare, compresi gli elementi biometrici (come le impronte digitali), di una foto in bianco e nero stampata a laser che ne garantisce un’elevata resistenza alla contraffazione e conterrà anche l’eventuale consenso o diniego alla donazione di organi o tessuti in caso di morte. Il costo è di 22,20 euro: 16,79 euro per il Poligrafico dello Stato, produzione e invio del documento, e 5,41 euro per i diritti di segreteria. Milano è tra i primi Comuni ad adottare la nuova carta, un progetto che entro la prima metà del 2018 dovrà essere seguito da tutti i Comuni d’Italia. Ma quella chiamata verrà lanciata anche al mondo: è infatti sempre lì, all’interno di quel sistema, che i turisti potranno prepararsi un viaggio, acquistando l’ingresso a un museo o prenotando una camera d’albergo.

Per rinnovare la carta elettronica, prenotare un appuntamento in una delle sedi anagrafiche, collegarsi al link http://bit.ly/2etHe0W, selezionare la voce “Carta d’identità elettronica” e seguire le istruzioni. E’ possibile anche fissare un appuntamento telefonico chiamando Infoline allo 02.0202 – dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 20.

Anche il cambio di residenza o di indirizzo si può fare via mail, alla casella di postacertificata. La comunicazione all’Ufficio Anagrafe, in caso di cambio di residenza o indirizzo, va data entro 20 giorni dal trasferimento. Gli effetti giuridici delle nuove iscrizioni anagrafiche decorrono dalla data di presentazione della dichiarazione.

L’Ufficio Anagrafe accerterà la sussistenza dei requisiti previsti per l’iscrizione anagrafica. In caso di dichiarazioni mendaci, sarà data informativa all’autorità giudiziaria competente. In caso di esiti negativi degli accertamenti, l’Ufficio Anagrafe provvede a inviare una comunicazione di interruzione dei termini del procedimento alla quale l’interessato potrà replicare presentando memorie o documenti utili all’istruttoria del procedimento.

La richiesta può essere inoltrata:

– via e-mail alla casella: ServiziAlCittadino@postacert.comune.milano.it (al fine di facilitare e velocizzare lo smistamento delle richieste si chiede di indicare nell’oggetto della e-mail la sigla “APR”
– via fax al n. 02.88460164
– via posta raccomandata al Settore Servizi al Cittadino – Via Larga n.12 – Ufficio Residenze (in caso di trasferimento di residenza da altro comune) – Ufficio Coordinamento Anagrafe (in caso di cambio di abitazione nell’ambito dello stesso comune) – 20122 Milano.

Giovanna Tettamanzi

Laureata in Scienze dei Beni Culturali, blogger appassionata di cinema e teatro, talentuosa grafica e webmaster, sempre alla ricerca di nuovi stimoli e sfide, forte della sua estrazione umanista veste con grazia e competenza le testate digitali e su carta di Milanosud.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO