Convocati la proclamazione degli eletti i Municipi 4, 5 e 6, ma su il 4 e il 5 pesa l’incognita del ricorso al Tar

Prima seduta il 27 luglio, in contemporanea, per i Municipi 4, 5 e 6, con appuntamento per i neoletti  nelle rispettive sedi di via Oglio 18 (alle ore 18,30), di viale Tibaldi 41 (alle ore

EneaSantoBigattiPrima seduta il 27 luglio, in contemporanea, per i Municipi 4, 5 e 6, con appuntamento per i neoletti  nelle rispettive sedi di via Oglio 18 (alle ore 18,30), di viale Tibaldi 41 (alle ore 19) e Legioni Romane 54 (alle ore 19,30). All’ordine del giorno della prima seduta la convalida degli eletti, eventuali surroghe e l’elezione del presidente del Consiglio di Municipio (da non confondersi con il presidente di Municipio che è eletto direttamente dai cittadini), che ricoprirà un ruolo nuovo che, secondo la recente riforma del decentramemto, avrà il compito di coordinare i lavori dell’assemblea municipale. Ma sui Municipi 4 e 5 pesa l’incognita di un ormai certo ricorso al Tar che, se il giudice l’accoglierà, potrebbe nei prossimi mesi ribaltare la situazione. (Nella foto da sinistra: Enea Moscon, Santo Minniti, Loredana Bigatti e il sindaco Giuseppe Sala).

A giorni infatti gli avvocati di Enea Moscon (candidato del Centrosinistra con 121 voti in meno rispetto ad Alessandro Bramati, presidente eletto al Municipio 5 ) e Loredana Bigatti (candidata del Centrosinistra con 219 voti  di differenza su Paolo Guido Bassi, presidente eletto al Municipio 4 ) si presenteranno al Tar per chiedere ai giudici un riconteggio del voto. Il ricorso si basa su una relazione che evidenzia una sciatteria impressionante nella compilazione dei verbali. Da un semplice accesso agli atti sui verbali redatti dai presidenti di sezione sono emersi moltissimi errori di trascrizione e somma di voti, pagine  parzialmente o totalmente in bianco o addirittura mancanti, dati incongruenti, discordanze con i dati pubblicati sul sito del Comune. Una situazione tale che, senza alcun riconteggio delle schede ma solo correggendo gli errori, farebbe scendere significativamente la differenza di voti tra i ricorrenti e gli eletti.  Ma non c’è solo questo. Sono molte anche le schede annullate, con motivazioni relative all’interpretazione del voto dell’elettore che destano il sospetto che gli scrutatori abbiano operato in modo affrettato, per chiudere lo scrutinio prima possibile dopo talvolta oltre 24 ore di lavoro, o semplicemente perché non al corrente della normativa elettorale.

Una mole di errori dunque che, a parere della squadra legale di  Moscon e Bigatti, dovrebbe indurre il giudice ad accettare il ricorso. I tempi comunque si annunciano lunghi. Il Tar ha sessanta giorni per esprimersi sull’ammissibilità del ricorso e nel caso desse parere positivo, poi si dovrebbe procedere al riconteggio dei voti, che potrà essere totale o parziale, in base a cosa deciderà il giudice.

In attesa di sapere cosa accadrà, questi sono gli eletti dei Municipi del sud Milano.

Municipio 4

Presidente: Paolo Guido Mario Giancarlo Bassi (Centrodestra, lista Lega Nord)
Fratelli d’Italia: Francesco Rocca.
Lista Parisi: Oscar Strano.
Forza Italia: Laura Anna Maria Giulia Francesca Schiaffino, Alfonso Di Matteo, Pietro Giorgio Celestino, Rosa Maria Luisa Pozzani, Maurizio Silvio Schianni, Adonella Rosangela Milici, Elisabetta Carattoni, Vidal Isaac Silva, Giorgio Tomellini.
Milano Popolare: Massimo Casiraghi.
Lega Nord: Alessandro Verri, Massimiliano Conte, Giancarlo Maria Mariani, Francesca Testa, Teresa Maria Antonietta Schiavo, Emanuela Bossi.
M5S: Michele Belvedere, Elena Sironi.
Lista Sala: Stefano Bianco.
Partito Democratico: Loredana Bigatti, Marco Cormio, Davide Bergonzi, Stefania Aleni, Angelo Mario Misani, Marina Rosa Giuseppina Melloni, Samia Ibrahim Mohamed, Giacomo Perego.
Sinistra Italiana: Rossella Traversa.

Municipio 5

Presidente: Alessandro Bramati (Centrodestra, lista Milano Popolare).
Milano Popolare: Giovanni Mario Ferrari, Marco Campagnano.
Forza Italia: Roberto Robledo Lupi, Simone Enea Riccò, Erminio Antonio Galluzzi, Rosa Di Vaia, Fabrizio D’angelo, Daniel Camardo, Cosimo Stallo, Silvia Soresina.
Lista Parisi: Antonino Morana.
Fratelli d’Italia: Carlo Serini.
Lega Nord: Giuseppe Maiocchi, Roberta Perrone, Flavio Verri, Massimiliano Facchini, Chiara Maria Perazzi , Alessandro Giacomazzi.
M5S: Massimo Palmisano, Francesco Palmo Palmisano.
Sinistra Italiana: Michela Fiore.
Lista Sala: Alessio Straniero.
Partito Democratico: Enea Moscon, Flavia Ferri, Giuseppe Barba, Natale Carapellese, Rosangela Lanzi, Lucia Audia, Amedeo Iacovella, Luisa Maria Gerosa.

Municipio 6

Presidente: Santo Minniti (Centrosinistra, lista Partito Democratico).
Sinistra Italiana: Rita Barbieri.
Partito Democratico: Francesco Demuro, Cesare De Mezza, Lorenzo Musotto, Doris Zaccaria
Rita Carmela Clema, Matteo Broggi, Maria Luigia Giovanna Cipriani, Silvestro Francesco Rivolta, Elena Benaglia, Eugenio Garlaschelli, Fabrizio Delfini, Yuri Costa, Elena Maria Grazia Ruginenti.
Lista Parisi: Costanzo Ariazzi, Stefania Caterina Carnevali, Sergio Marco Meazzi, Francesca Chiara De Feo.
Milano Popolare: Massimiliano Perri.
Forza Italia: Andrea Di Renzo, Giovanni Esposito, Antonella Daniela Buro, Gaetano Francesco Bianchi, Fabrizio Ermanno Prati.
Lega Nord: Piermario Sarina, Giuseppe Carlo Goldoni, Vitaliano Piccolo, Paolo Uniti.
M5S: Massimo Dall’Occo, Cristina Russo.

Stefano Ferri
(24 giugno 2016)

 

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO