Crowdfunding “Gente di banco” per riaprire il pub Belle Alliance e… prenoti una birra o un giorno da birraio

A due passi dall’auditorium di Milano, all’incrocio tra via Torricelli e via Meda, la Belle Alliance è stata per quasi 20 anni, il punto di ritrovo del sud Milano per gli amanti della birra (in

A due passi dall’auditorium di Milano, all’incrocio tra via Torricelli e via Meda, la Belle Alliance è stata per quasi 20 anni, il punto di ritrovo del sud Milano per gli amanti della birra (in un anno ne riusciva a proporre quasi 400!) da gustare in un ambiente in perfetto stile inglese, accompagnando i sorsi con panini e piatti all’altezza. Un luogo ideale per un aperitivo prima di un concerto de laVerdi, per assistere a una partita di calcio in tv, per un dopo cena di chiacchere. Poi è arrivato il Covid e nel luglio del 2021 la birreria ha chiuso, accumulando un rosso “sparato”, nonostante gli sforzi di Radiobirra – idea nata durante il primo lockdown, con la trasmissione sui social delle interviste a birrai e colleghi, con lo scopo di intrattenere le persone a casa e far conoscere meglio il lato umano che spesso si celava dietro un’etichetta.

Ora la Belle Alliance ha deciso di ripartire.  Questo il suo appello agli amici di sempre e a quelli che spera di trovare.

Abbiamo unito le forze, mettendo insieme quello che poteva servire per ristrutturare e ripartire. E poi l’illuminazione: come fare per includere le persone in questo progetto di rinnovamento?
La risposta è stata crowdfunding.
Cosa avrebbe potuto rappresentare al meglio La Belle Alliance? 
Il banco!

Quindi che tu sia una persona che già conosce il significato di Gente al Banco,
Che tu sia stato un fedele spettatore o ospite di Radiobirra, 
Che tu abbia visto da noi la finale di Champions League o che tu sia un semplice filantropo affascinato da questa storia, 
Qui puoi finalmente dare fiato alla tua generosità e potrai trovare la formula più adatta a te per contribuire all’acquisto del nuovo bancone.

E abbiate fede (e sete), qui non si molla“. 

Per informazioni e per partecipare al crowdfunding

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO