Da Stadera a Gratosoglio arrivano le strisce blu

  Si delineano i contorni della rivoluzione della sosta che interesserà la zona sud della città. Presumibilmente nel giro di qualche mese, gli operai di MM inizieranno a tracciare le linee blu nelle aree a circa

Strisce blu

 

Si delineano i contorni della rivoluzione della sosta che interesserà la zona sud della città. Presumibilmente nel giro di qualche mese, gli operai di MM inizieranno a tracciare le linee blu nelle aree a circa 200 metri dalle fermate della M2 e delle linee tramviarie 3 e 15. I residenti muniti di pass potranno sostare liberamente. La sosta regolamentata sarà a pagamento, senza servizio di custodia, dalle ore 8 alle 13, dal lunedì a venerdì feriali. Il costo della sosta sarà molto probabilmente di 0,80 euro all’ora, saranno esentati le auto dei residenti dell’ambito 25 (vedi mappa ed elenco vie interessate a pag. 8 ). Il permesso di sosta sarà spedito a casa di tutti i residenti possessori di auto dell’intero ambito, sia che la via di residenza venga “tracciata” oppure no.

Non sono sottoposti alla disciplina della sosta invece i veicoli adibiti al servizio con limitata o impedita capacità motoria muniti dell’apposito contrassegno; i veicoli appartenenti alle Forse Armate, Croce Rossa Italiana e delle Forze di Polizia, ecc.; veicoli appartenenti ai Servizi di Stato, riconoscibili da emblemi o contrassegni. Possono sostare ma con alcune restrizioni i veicoli di enti o aziende pubbliche o private con funzioni pubbliche riconoscibili da segni distintivi riportati sugli stessi; i veicoli al servizio dei medici che effettuano visite domiciliari urgenti, riconoscibili dal contrassegno dell’ordine, con indicazione dell’orario di inizio della visita, che dovrà essere obbligatoriamente esposto per il tempo necessario a svolgere la visita stessa; i veicoli di testate giornalistiche e radio-televisive riconoscibili dai segni distintivi riportati sugli stessi che svolgono servizio di cronaca e per il tempo necessario alla sua realizzazione.

Con questo intervento, che dovrebbe preludere alla realizzazione del parcheggio a raso, a pagamento, nell’area dell’ex benzinaio di via Missaglia – p.za Abbiategrasso e alla sistemazione della viabilità in zona, istituendo il doppio senso di marcia in via Dudovich, si dovrebbe alleggerire il traffico dei pendolari e la pressione sulle aree di sosta, da parte dei pendolarti che vengono in auto a Milano per prendere il metrò.

Claudio Muzzana

Elenco delle vie interessate alle strisce blu

Via Sant’abbondio; via Agilulfo; piazza Agrippa; via Ampellio; via Avancini; via Costantino Baroni ; via Anton Giulio Barrili; via Lelio Basso; via Roberto Bellarmino; via Carlo Bo’; via Gaetano Boggiali; via Pietro Boifava ; via Ruggero Bonghi; via Bordighera; via Giorgio Briano; via Giorgio Brioschi (da via Cermenate a via Tibaldi); via Ettore Bugatti; via Ernesto Calindri; via Giulio Carcano; piazzale Francesco Carrara; viale Cassala (n. civici pari); via Attilio Cassoni; via Chiesa Rossa (da via Schiavoni alla Chiusa); via Corradino D’ascanio; via Guido De Ruggiero; via Francesco De Sanctis; via Ulisse Dini; via Don Rodrigo; via Marcello Dudovich; via Achille Feraboli (da Dell’Arcadia a via Missaglia); via Pietro Filargo; via Fra’ Cristoforo; via Fratelli Fraschini (da via Romeo a via Bugatti); via Giorgio Gaber; via Cristoforo Gandino; via San Giacomo; viale Giovanni da Cermenate (da via Ascanio Sforza a via Lusitania); via Antonio Giovanola; via Gratosoglio (da via Baroni a via Dell’Arcadia); via Imperio; via Innocenzo Isimbardi; viale Liguria (n. civici pari); via Liutprando; via Vincenzo Magliocco; via Malaga; via Giuseppe Meda (da via Cermenate a via Tibaldi); via Medeghino; via Dei Missaglia; via Attilio Momigliano; via Moncucco; via Lodovico Montegani; da via Bordighera a via Spezia; da via Filargo a via Russoli; Alzaia Naviglio Pavese (da via Liguria alla Chiusa); via Neera; via Beato Padre Pio; via Giuseppe Palanti; via Palmieri Nicola; via Pescarenico; via Giovanni Pezzotti; via Pietro Pomponazzi; via Piero Preda; via Renzo e Lucia; via Rimini; via Nicola Romeo (da via Isotta a via Fraschini); via Franco Russoli; via Santander (n. civici dispari); via Michele Saponaro; via San Domenico Savio; via Giorgio Savoia; via Giovanni Schiavoni; via Enrico Schievano; via Selvanesco (fino al civico 57); via Ascanio Sforza (da via Schiavoni a via Tibaldi e da via Liguria a via Schiavoni); via Silvio Spaventa; via Spezia; via Stadera; largo Albe Steiner; via Augusto Stucchi; via Santa Teresa; viale Tibaldi (n. civici pari, da via Ascanio Sforza a via Pezzotti); via Arturo Tosi; via Valsolda; via Fratelli Vivarini; via Volvinio.

Totale Posti Strisce Blu: 7250 – Posti Liberi: 1600

Laureata in Comunicazione politica e sociale, blogger e fotografa d’assalto, aggredisce la cronaca spregiudicatamente e l’html senza alcuna reverenza (e il sito talvolta ne risente), ma con la redazione è uno zuccherino. La sua passione è il popolo.

Recensioni
59 COMMENTI
  • Avatar
    Luigi 10 Novembre 2014

    Ma se abito fuori Milano e parcheggio in quelle zone perché lì prendo i mezzi per muovermi a Milano, adesso mi toccherà pure pagare il parcheggio V per alleggerire chi? Chi abita li è lascia tranquillamente l’auto nel box perché ha il tram sotto casa? Complimenti sig. Muzzana. Ho già uno stipendio da fame, vuol dire che il conto del parcheggio lo gireremo tutto a Lei! La solita vergogna. I cittadini sempre più tartassati, per mantenere politici e scansafatiche di ogni genere che oltre demagogia “pro voto “e danni vari non sanno fare! Spero che qualcuno se ne renda conto! Se potessi non venire più a Milano lo farei ben volentieri!!! Peccato che non ci vado per sport , ma per lavoro!Ma immagino che a chi ha queste idee geniali non importi proprio niente.

  • La redazione
    La redazione 11 Novembre 2014

    Il signor Muzzana è un nostro collaboratore ed è semplicemente l’estensore dell’articolo. Il provvedimento, che noi riteniamo giusto, ha come obiettivo spingere chi viene a Milano a lavorare a venirci con i mezzi pubblici o al massimo parcheggiare nelle aree esterne alla città, come quella in prossimità del M2 di Assago, per liberare la zona sud di Milano dalle auto dei pendolari e dallo smog che provocano.

    • Avatar
      marco 19 Gennaio 2015

      Certo, avete perfettamente ragione..
      Ma la differenza del costo dell’abbonamento tra piazza Abbiategrasso e Assago, me la pagate voi?
      Se fosse così, avete il mio pieno supporto..
      Per favore, riportate i miei complimenti a chibha avuto questa bella pensata per spillare soldi ai poveri lavoratori!!

    • Avatar
      Gianluca 4 Febbraio 2015

      Buonasera,

      scusatemi ma…io che abito a Rozzano in una zona dove passa per ora solo il bus 220-221 (in attesa dei secolari lavori del tram 15) e lavoro in Via Santa Sofia a Milano, quanto devo spendere per arrivare a lavoro? Pago benzina, strisce blu e tram/area C(dove ci sono altre strisce blu ovviamente)….ma stiamo scherzando?…devo dire l’Iban del comune invece del mio e io vivo di aria?

      Spero ci sia una soluzione perché è davvero ridicolo…

    • Avatar
      carmen 22 Marzo 2015

      Lo ritenete giusto perché probabilmente abitate in una zona ben collegata. Io sono costretta ad arrivarci in auto. Quindi??? Che ladrata, lavoriamo per la benzina e il parcheggio.

    • Avatar
      Enrico 10 Giugno 2015

      Ah, si? Voi della redazione siete d’accordo con questo vergognoso provvedimento? Non bastavano le due macchinette mangiasoldi di Via Chiesa Rossa e Via dei Missaglia? Provate un pò a farvela tutti i giorni un mesetto da Rozzano e dintorni, oppure da Binasco, dove la gente va a vivere perchè non si può più permettere una casa in città oppure Binasco: cambiate idea tutti nel giro di un paio di giorni!
      Ma tanto chisseneferga, vero? Tutta questa gente a Milano non vota, quindi bastoniamola pure!!

      • Avatar
        Giovanni 2 Luglio 2015

        Non ci sono scuse, si tratta di un deliberato e scientifico attacco alla gente che usa l’auto, non per recarsi al posto di lavoro, ma per arrivare alla prima fermata di metro o tram disponibile, ed un altro vergognoso modo di arraffare (il termine corretto è rubare) soldi dalla gente che lavora. La vergogna e l’ipocrisia maggiore sta poi bel sostenere, come fa il comune, che il provvedimento mira a salvaguardare i residenti!!!! Per quello bastavano le righe gialle!! Già ma con le righe gialle nn si fanno soldi….

    • Avatar
      sara 2 Luglio 2015

      Abbiamo votato una amministrazione vergognosa.. uno che abita fuori Milano lo fa perché in città gli affitti sono alle stelle.. invece di apprezzare che i pendolari prendano i mezzi a Milano li volete affossare impedendo di venire in auto. Vergognatevi.. tra poco dovremo pagare anche l’aria che respiriamo in questa città.. cominciate a prendere voi i treni e vediamo quale sarebbe la vostra reazione!!!

    • Avatar
      Massimo 5 Luglio 2015

      Sapete che per legge le strisce blu devono essere equamente ripartite con quelle bianche non a pagamento ? Quindi si presume che turto sto interesse per alleggerire il traffico nella periferia sud di Milano e’ solo per fare cassa ! E comunque invito tutti a parcheggiare senza effettuare il pagamento perché come già sentenziato non si possono fare esclusivamente parcheggi blu, e’ tutto illegale ! Multe nulle !

      • Avatar
        leo 13 Luglio 2015

        Come chiarito dalla circolare (prot. N° 1712 del 30.03.2012) del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, devono esserci parcheggi liberi nelle vicinanze delle strisce blu. In caso di violazione di una delle due norme (ubicazione e vicinanza dei parcheggi gratuiti), i verbali notificati sono da considerare illegittimi. Ecco le parole del CDS:

        “Qualora il comune assuma l’esercizio diretto del parcheggio con custodia o lo dia in concessione ovvero disponga l’installazione dei dispositivi di controllo di durata della sosta, su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, deve riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta”.

        • Avatar
          leo 14 Luglio 2015

          PERCHE’ LE STRISCIE BLU SONO STATE FATTE QUASI IMPEGNANDO L’INCROCIO SE articolo 158: Divieto di fermata e di sosta dei veicoli
          1. La fermata e la sosta sono vietate:
          a) in corrispondenza o in prossimità dei passaggi a livello e sui binari di linee ferroviarie o tranviarie o così vicino ad essi da intralciarne la marcia;
          b) nelle gallerie, nei sottovia, sotto i sovrapassaggi, sotto i fornici e i portici, salvo diversa segnalazione;
          c) sui dossi e nelle curve e, fuori dei centri abitati e sulle strade urbane di scorrimento, anche in loro prossimità;
          d) in prossimità e in corrispondenza di segnali stradali verticali e semaforici in modo da occultarne la vista, nonché in corrispondenza dei segnali orizzontali di preselezione e lungo le corsie di canalizzazione;
          e) fuori dei centri abitati, sulla corrispondenza e in prossimità delle aree di intersezione;
          f) nei centri abitati, sulla corrispondenza delle aree di intersezione e in prossimità delle stesse a meno di 5 m dal prolungamento del bordo più vicino della carreggiata trasversale, salvo diversa segnalazione;
          g) sui passaggi e attraversamenti pedonali e sui passaggi per ciclisti, nonché sulle piste ciclabili e agli sbocchi delle medesime;
          h) sui marciapiedi, salvo diversa segnalazione.
          2. La sosta di un veicolo è inoltre vietata:
          a) allo sbocco dei passi carrabili;
          b) dovunque venga impedito di accedere ad un altro veicolo regolarmente in sosta, oppure lo spostamento di veicoli in sosta (1);
          c) in seconda fila, salvo che si tratti di veicoli a due ruote, due ciclomotori a due ruote o due motocicli (1);
          d) negli spazi riservati allo stazionamento e alla fermata degli autobus, dei filobus e dei veicoli circolanti su rotaia e, ove questi non siano delimitati, a una distanza dal segnale di fermata inferiore a 15 m, nonché negli spazi riservati allo stazionamento dei veicoli in servizio di piazza (1);
          e) sulle aree destinate al mercato e ai veicoli per il carico e lo scarico di cose, nelle ore stabilite;
          f) sulle banchine, salvo diversa segnalazione;
          g) negli spazi riservati alla fermata o alla sosta dei veicoli per persone invalide di cui all’art. 188 e in corrispondenza degli scivoli o dei raccordi tra i marciapiedi, rampe o corridoi di transito e la carreggiata utilizzati dagli stessi veicoli;
          h) nelle corsie o carreggiate riservate ai mezzi pubblici;
          i) nelle aree pedonali urbane;
          l) nelle zone a traffico limitato per i veicoli non autorizzati;
          m) negli spazi asserviti ad impianti o attrezzature destinate a servizi di emergenza o di igiene pubblica indicati dalla apposita segnaletica;
          n) davanti ai cassonetti dei rifiuti urbani o contenitori analoghi;
          o) limitatamente alle ore di esercizio, in corrispondenza dei distributori di carburante ubicati sulla sede stradale ed in loro prossimità sino a 5 m prima e dopo le installazioni destinate all’erogazione.
          3. Nei centri abitati è vietata la sosta dei rimorchi quando siano staccati dal veicolo trainante, salvo diversa segnalazione.

          4. Durante la sosta e la fermata il conducente deve adottare le opportune cautele atte a evitare incidenti ed impedire l’uso del veicolo senza il suo consenso.

    • Avatar
      Franco 12 Luglio 2015

      Abito a Binasco e per venire a Milano sono costrettoba utilizzare l’auto perché i mezzi pubblici sono scarsi o, in alcune ore della giornata, addirittura nulli. Il provvedimento e’ una vergogna perché anche le zone non interessate al parcheggio residenziale, es. parallela opposta al passaggio del tram di via dei Missaglia è stata segnata da strisce blu. È un ovvio modo per il comune di fare cassa altro che sistemare definitivamente la viabilità della zona. Noi pendolari dobbiamo pagare perché i residenti non hanno voluto il parcheggio sotteraneo in ple abbiategrasso. Ma vi rendete conto di quello che scrivete? Sistemare la viabilità al Gratosoglio? Ma per favore!!!!!

  • Avatar
    Alessandro 4 Dicembre 2014

    Quando verranno messe le strisce Blu e/o gialle ???
    I pass quando verranno mandati ???

  • Avatar
    AM 29 Dicembre 2014

    Piuttosto di pagare il parcheggio al sindaco Pisapi…. vado a piedi!!!!

    • Avatar
      pimpi 31 Marzo 2015

      comprati delle scarpe comode, allora

  • Avatar
    mattia 14 Gennaio 2015

    buongiorno, con i commercianti della zona che anno mezzi adibiti al trasporto di cosa come si comporteranno? avranno anche loro un pass?

  • Avatar
    Elena 16 Aprile 2015

    Ai “gentili signori” che hanno avuto la “bella” idea di fare strisce blu ovunque ed a quelli che hanno deciso di imporre limiti di velocità assurdi nella zona di Milano sud, proporrei di vivere per qualche anno nelle condizioni in qui stanno mettendo i cittadini che si spostano per andare a lavorare onestamente, che magari hanno la necessità di utilizzare l’auto per accompagnare bimbi piccoli. Provando personalmente, forse, si renderebbero conto di quanto sono “buone” le loro idee.
    Le regole vanno bene, ma vanno fatte con buon senso, non solo per fare cassa alle spalle di cittadini che già stentano a sopravvivere con il loro stipendio.

    • Avatar
      Marco 9 Giugno 2015

      Buongiorno Elena, i limiti di velocità “assurdi” come li definisce sono stati posti anche per la tutela dei bimbi piccoli che lei dice di dover trasportare. Ce lo ricordano ogni giorno i mazzi di fiori ad ogni incrocio di Via Dei Missaglia, ognuno di essi per le vittime di coloro che certo non rispettavano i limiti assurdi….. ed oggi non ci sono più.

      E poi, sembra che questi 80 centesimi di parcheggio abbiano privato tutti della libertà. Ma perché, quando ero piccolo io, mi potevo spostare liberamente con i mezzi ed ora, senza la macchina, non si riesce più a fare nemmeno un metro? Forse perché oggi le mamme fanno tardi in palestra?

      • Avatar
        Daniela 2 Luglio 2015

        0,80 centesimi all’ora…per alcuni – forse – può sembrare una cifra irrisoria…ma moltiplichiamola x 5 ore al giorno (che sono quelle a pgamento), x cinque giorni alla settimana, x 4 settimane al mese…oltre, naturalmente – al mensile di Euro 35,00 che pago per raggiungere il centro di Milano da Gratosoglio….xchè non mi posso permettere di aggiungere anche l’extra urbano di Rozzano o per raggiungere Assago….
        Questi politici arraffoni sulla pelle della povera gente, mi fa solo schifo

      • Avatar
        Franco 12 Luglio 2015

        Caro sig. Marco cerchiamo di smetterla di scrivere banalità! I limiti imposti sono ridicoli perchégli incidenti non avvengonoba 70 km/h ma a 120 e per gli stronzi che passano con il rosso o non rispettano le strisce pedonali! Secondo lei andare a 40 km/h x 40 metri salva delle vite?
        Dobbiamo cercare di crescere e bastonate gli stronzi di cui dopra, mettiamo le telecamere x beccare le infrazioni semaforiche invece!

  • Avatar
    Giovanni 22 Aprile 2015

    Buonasera,
    abitando nell’area interessata, il pass per residenti mi arriva automaticamente a casa o devo richiederlo al comune?

    Grazie

  • Avatar
    Francesco 18 Giugno 2015

    Ma io che lavoro in via Stadera da 17 anni, adesso dovrò pagare per parcheggiare?! E quanto mi costa?!
    Già una sostanziosa fetta del mio stipendio se ne va in benzina, ci mancava solo questa !
    Sempre peggio …

  • Avatar
    Andrea 23 Giugno 2015

    Scusate, ma cosi’ si disincentiva chi prende i mezzi per entrare a milano, o se non ha altre alternative, si spremono le ultime goccie di chi non ha altre alternative!!!
    Progresso de che!

  • Avatar
    Nobile Mario 23 Giugno 2015

    Buongiorno.
    Abito al confine della zona 5(via Aicardo/via Boeri).Quartiere che, giornalmente, viene invaso dalle auto,vista la vicinanza con i mezzi(15/90/91)tanto che se uso l’auto non ho più la possibilità di parcheggiare.
    Vorrei conoscere il motivo per il quale non sono previste le strisce blu,in quanto se le auto dei non residenti non possono parcheggiare liberamente nella zona 5 periferica, sarà più comodo intasare ulteriormente la zona dove abito.
    Grazie

  • Avatar
    Cristian 23 Giugno 2015

    Ma voi che dettate legge avete mai provato a prendere i mezzi ogni mattina, dato che siete i primi a incentivarli?! Se le persone preferiscono prendere la macchina anzi che i mezzi ci sarà un motivo e non sarà sicuramente perché la gente è stupida e preferisce spendere più soldi in benzina/assicurazione/bollo/manutenzione, di quanto potrebbe spenderne con un semplice abbonamento. Io per andare prima al lavoro ci impiegavo più di un’ora e mezza, appena ho potuto prendermi la macchina ho davvero capito che in Italia i mezzi non servono! Non è possibile che adesso ci metto solamente 25 minuti!! Non capisco perché ogni volta pensate di salvare il mondo facendo pagare sempre di più chi ha già difficoltà o è continuanente tartassato da costi che non fate altro che aumentare o aggiungere. Voi scegliete sempre la strada più semplice.

    Ps. Riguardo alla problematica dello smog sono anche d’accordo ma sicuramente incentivare ancora le auto diesel non è la soluzione migliore.

  • Avatar
    Ottavio 25 Giugno 2015

    Stamattina hanno iniziato a mettere le strisce blu in via Bellarmino.

    Vergognoso che un povero cristiano come me (e come tanti altri), oltre al costo di trasferta (abitando fuori Milano), debba anche pagare per un parcheggio incustodito in periferia.

    Il comune di Milano fa questo x incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici?

    Ma per favore, se i signori che decidono a tavolino queste boiate prendessero i disastrati mezzi pubblici milanesi riporterebbero le strisce bianche anche in Duomo.

    E’ veramente un vero schifo!
    Ci vogliono mungere fino alla morte!

  • Avatar
    Ambra 26 Giugno 2015

    Io e le miei colleghe dipendenti del comune di Milano come educatrici del nido di via s abbondio….ci chiedevamo se esistesse una qualche convenzione o Pass per il posteggio ….almeno per noi…dato che posteggio in zona per offrire un servizio pubblico……grazie

  • Avatar
    Ambra 26 Giugno 2015

    Attendo risposta…..grazie

  • Avatar
    gero 27 Giugno 2015

    aveva ,il Pd,trovato una situazione disastrata dopo il governo di centro destra e ha fatto di tutto per sistemare le cose tra cui aumento biglietti mezzi pubblici ma penso che con questa decisione delle strisce blu proprio dove devono parcheggiare coloro che vengono a lavorare, il Pd si sia giocato il sindaco alle prossime comunali.

  • Avatar
    gero 27 Giugno 2015

    aveva ,il Pd,trovato una situazione disastrata dopo il governo di centro destra e ha fatto di tutto per sistemare le cose tanto che milano è diventata la citta più cara d’Italia fiscalmente parlando,non dimentico l’aumento biglietti mezzi pubblici, ma penso che con questa decisione delle strisce blu proprio dove devono parcheggiare coloro che vengono a lavorare, il Pd si sia giocato il sindaco alle prossime comunali.

  • Avatar
    Alessandro 1 Luglio 2015

    Buongiorno.
    Il parcheggio vicino al capolinea del 3 (che è al confine con Rozzano) rimane tutti i giorni praticamente vuoto, ed ha una capienza molto importante.
    Mettere le strisce blu in quel parcheggio, significa semplicemente voler far cassa sui pendolari che tutti i giorni devono raggiungere milano per lavoro.
    Quindi per favore chiamiamo le cose con il loro nome. Chi parla di “liberare la zona sud di Milano dalle auto dei pendolari e dallo smog che provocano” dice una grande ipocrisia. E quando a essere ipocriti sono dei giornalisti, beh, la cosa diventa preoccupante.

    • Avatar
      Simone 3 Luglio 2015

      Sono assolutamente d’accordo.
      Oltretutto il parcheggio vicino al capolinea del 3 è – in questi giorni – completamente deserto, quindi quale cassa vogliono fare ?
      E poi: è un parcheggio che permette l’accesso ad una struttura sportiva; perchè far pagare gli utenti per utilizzare campi da tennis, calcio, basket, volley?
      Provate a spostarVi OGNI GIORNO da Binasco come me e poi ne riparliamo.

  • Avatar
    Emanuela 6 Luglio 2015

    Gentilissimi,
    è un vergogna! Se l’intento del comune di Milano è agevolare l’utilizzo dei mezzi pubblici allora questi devono funzionare alla perfezione, devono fornire un servizio impecabile. Stamattina in 20 minuti di metropolitana ho incrociato due svenimenti. Non si respira e siamo ridotti a viaggiare come animali!
    Ma cosa volete dalla gente, anche il sangue????
    Questo mi ricorda che a Milano ci devo mettere piede solo per andare a lavorare…e spero presto di eliminare anche questo.
    Grazie amministrazione comunale!

  • Avatar
    Massimo 6 Luglio 2015

    Buongiorno se veramente vogliono risolvere il problema perché il parcheggio di Assago in corrispondenza della MM non lo fanno gratuito con biglietto della metropolitana a tariffa urbana!!!!!!!!!!

  • Avatar
    RITA 7 Luglio 2015

    Buongiorno, non si tratta di agevolare gli abitanti della zona serve solo a rubare i soldi ai cittadini che vengono a lavorare a Milano, chi arriva ad Abbiategrasso per prendere la metro dove deve parcheggiare visto
    che non esiste parcheggio? In via Bonghi in prossimità dell’ufficio postale non c’è un solo posto senza strisce blu, significa che anche per andare a pagare un bollettino bisogna pagare il posteggio. Non esiste in questa zona la possibilità di parcheggiare senza pagare, è un furto anche perchè Come chiarito dalla circolare (prot. N° 1712 del 30.03.2012) del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, devono esserci parcheggi liberi nelle vicinanze delle strisce blu. In caso di violazione di una delle due norme (ubicazione e vicinanza dei parcheggi gratuiti), i verbali notificati sono da considerare illegittimi.
    In questa zona mi dite dove sono i parcheggi liberi?
    Grazie

    • La Redazione
      La Redazione 8 Luglio 2015

      Buongiorno Rita,

      come abbiamo riportato nell’articolo uscito sul numero di luglio di Milanosud, “secondo quanto affermato dal Comune, il totale dei posti auto tracciati con strisce blu è di 7.250, mentre i posti a sosta liberi sono 1.600. Possibili nelle prossime settimane ulteriori ampliamenti, anche sulla base delle segnalazioni che il CdZ5, finora all’oscuro di tutto, sta sottoponendo all’assessorato alla Mobilità, dopo aver raccolto le segnalazioni dei cittadini” (può leggere l’articolo intero a questo link: http://www.milanosud.it/sosta-a-pagamento-si-parte-il-20-luglio/).

      Sappiamo, inoltre, che la sosta non è regolamentata a 200 o 300 metri circa dalle linee di forza del trasporto pubblico.

      Grazie per l’attenzione.
      Saluti,
      La Redazione di Milanosud

      • Avatar
        Franco 12 Luglio 2015

        Ma non è vero! Oggi ho girato intorno a Gratosoglio e Feraboli e non ci sono parcheggi delimitati da strisce bianche! Smettetela di scrivere inesattezze. Dove sono questi 1600 posti al Ronchetto????!!!!!

  • Avatar
    Silvio 8 Luglio 2015

    Salve,

    sono un lavoratore avente un regolare contratto di locazione in Via F. De Sanctis.

    Per poter usufruire del parcheggio non a pagamento devo chiedere per forza la residenza o posso in qualche modo avvalermi del contratto!?

    Grazie,

    Silvio

  • Avatar
    Franco 12 Luglio 2015

    La cosa più divertente è che se uno decide di acquistare un’auto elettrica, se non è residente a milano, paga ugualmente se parcheggia sulle strisce blu! Non è possibile!!!!!!!

  • Avatar
    Fabietto della Barona 14 Luglio 2015
  • Avatar
    elsa 15 Luglio 2015

    Salve, abito in via moncucco dove da poco sono state adottate le strisce blu.ma viene qualcuno a vedere se per caso un automobilista su dieci paga il pedaggio?io continuo a vedere macchine parcheggiate alle 7.30 del mattino,il proprietario se ne va tranquillamente verso il metrò e viene a riprendersi l’auto verso le 7 di sera!!!!!

  • Avatar
    GF 17 Luglio 2015

    Se la mettiamo così allora io come Rozzanese spero di vedere linee blu in zona Milanofiori/Humanitas, ma ancor meglio su tutto il territorio comunale. Io non posso parcheggiare liberamente in zona 5 a Milano perchè a detta loro inquino, non vedo perchè un Milanese della zona 5 debba venire a inquinare nel mio comune.

    • Avatar
      antonino 18 Agosto 2015

      perdonami ma non è così.

      io abito a 50 metri dalla “lingua” che arriva in via Bussola e via schievano e non ho diritto ad alcun posto auto.
      E ora non so dove dovrò parcheggiare senza pagare a due passi da casa mia

  • Avatar
    Francesco 21 Luglio 2015

    Salve, in via dei Missaglia stanno ultimando i lavori (strisce blu e cartelli), ma da quando saranno attive? arriva una comunicazione a casa per informare i cittadini?

    • La Redazione
      La Redazione 21 Luglio 2015

      Buongiorno Francesco,
      la sosta è attiva dal 20 luglio e, come ha già notato, ne abbiamo dato notizia qui: https://www.milanosud.it/sosta-a-pagamento-si-parte-il-20-luglio/.
      La comunicazione non arriva singolarmente ai cittadini, casa per casa, ma quella ufficiale è già stata data dal Comune con strumenti diversi.
      Grazie per l’attenzione.
      A presto,
      Milanosud

  • Avatar
    alessandra 4 Agosto 2015

    Io non ho mai approvato i parcheggi a pagamento e neppure le aree residenti, tanto meno l’area C. Il suolo di Milano é pubblico ed ognuno dev’essere libero di utilizzarlo per parcheggiare nelle dovute maniere e con rispetto alle leggi in materia la propria automobile che costa, al proprietario, fior di soldi tra assicurazione bolli e manutenzione. Perché non dobbiamo dimenticare che l’automobile normalmente la si usa per muoversi là dove purtroppo non si potrebbe con i mezzi ma soprattutto per il tempo che si ha a disposizione. I fortunati che possono utilizzare la bicicletta perché lavorano poco distante da casa oppure perché non devono timbrare il cartellino perché se arrivano in ritardo non devono rendere conto a nessuno oppure perché non hanno figli da andare a prendere a scuola per poi portarli a fare sport o ad una visita medica o semplicemente perché hanno un nonno o una tata che lo fa per loro, non possono capire cosa vuol dire abitare fuori Milano o a parecchi km di distanza e dover correre per rispettare ogni singolo impegno familiare da conciliare con il lavoro… A tutti piacerebbe vivere in una città pulita senza smog e senza traffico ma purtroppo Milano non ha un’efficiente organizzazione di mezzi di trasporto, tra cui anche treni e mezzi extraurbani, tali da sostituirsi alle auto e questo non fa altro che aumentare i disagi sull’organizzazione quotidiana del singolo. Condivido con tutti i pendolari il disaccordo a questa iniziativa che procura solo disagi oltre ad un ulteriore esborso di soldi sul loro budget mensile. Siamo stufi di continuare a pagare e avere sempre meno rispetto.7 Ah,dimenticavo, io abito a Milano!

  • Avatar
    alessandra 4 Agosto 2015

    Ultima cosa: se continueremo a lamentarci senza fare nulla subiremo e pagheremo sempre!!! Le associazioni, le radio locali, i comitati di quartiere devono sollevare il problema senza fermarsi ai commenti e alle lamentele; devono organizzare un bell’incontro con i signori del comune che decidono queste cose, nostri dipendenti…TUTTI, TUTTI quanti allora dobbiamo essere presenti e comunicare a il nostro disappunto a queste iniziative decise senza morale e rispetto.

    • Avatar
      Giovanna 27 Agosto 2015

      Concordo con quanto scritto da Alessandra nelle sue due osservazioni del 4 agosto u.s.. E aggiungo che soprattutto non capisco dove sta tutto questo smog dopo che negli ultimi anni ci hanno fatto rottamare le vecchie auto per acquistare le nuove anti-smog.

  • Avatar
    michele 25 Agosto 2015

    Oggi qualcuno in comune mi ha simpaticamente detto che NON sono previste strisce bianche dalla delibera in TUTTA l’area quindi la storia delle 1600 posti bianchi credo sia una simpatica burla. Mi volete dire che è una “zona di particolare rilevanza urbanistica”? (prot. N° 1712 del 30.03.2012) siete convinti? siamo in PERIFERIA.

    Potete confermarlo? se no, dove sono? perchè io non le ho ancora trovate.

    io credo che il tutto come al solito in Italia serva ad arricchire i pochi geni ideatori di tale “rinnovamento” parecchi milioni di euro da gestire fanno gola a tutti e come spesso avviene in Italia si arricchiscono in pochi a favore di qualcuno senza l’appoggio di nessuno.

    io per quanto riguarda la mia situazione sono domiciliato (contratto regolare) in via Bonghi e non ho diritto al pass trattato esattamente come chi vive fuori Milano e viene a “disturbare” (cosi dicono i residenti). già lavorare è un privilegio per pochi, rendiamolo anche costoso, già permettersi una macchina costa 1000 euro all’anno aumentiamo questo costo del 20% ci vogliamo aggiungere anche 400 euro di abbonamento ATM? ma si.

    Se mi permettete secondo me è un ricatto vero e proprio O paghi O cambi la residenza e ottieni il pass ma perchè devo stravolgere documenti e quant’altro? é una situazione legale e regolare questa? Fino a che punto un’amministrazione può SENZA LIMITI imporre delle regole cosi invasive nella vita di una persona? Apriamo gli occhi e sopratutto facciamo ricorso alle multe.

    grazie.

    • Stefano Ferri
      Stefano Ferri 26 Agosto 2015

      Buongiorno signor Michele,
      nell’articolo si parla di posti a sosta libera, non di strisce bianche. I 1.600 posti a sosta libera si riferiscono agli stalli non tracciati in alcun modo, che si trovano all’interno dell’Ambito 25.
      Per quanto riguarda la rilevanza urbanistica dell’Ambito 25, secondo la delibera, essa è determinata dal fatto che contiene al proprio interno “linee di forza”, ovvero fermate e capolinea di mezzi pubblici, che gli abitanti di altri ambiti e comuni raggiungono con le auto, aumentando traffico e inquinamento della città.
      Cordiali saluti
      la redazione

      • Avatar
        Ugo 10 Settembre 2015

        Salve. Vorrei porre una riflessione…! È’ palese e sotto gli occhi di tutti che estendere le strisce blu fino alla zona del parcheggio del centro sportivo del Carraro di via Dei Missaglia e limitrofi , non è’ solo dettato dalla coscienza di arginare il problema dell’inquinamento in città , ma è un modo per incrementare il più possibile le casse del comune di Milano. A questo punto mi chiedo perché noi cittadini residenti nei paesi limitrofi dovremmo continuare a pagare l’ addizionale provinciale attraverso le nostre buste paga…? A pro di che..? , giustamente .. , noi non siamo residenti a Milano e dobbiamo pagare..? Bene….allora che si paghi le tassa solo al proprio comune di residenza. Grazie per l’ attenzione.

SCRIVI UN COMMENTO