Con Design + sensibile il Fuorisalone arriva nel Municipio 5

Corso San Gottardo, via Meda, via Chiesa Rossa, piazza Abbiategrasso, Conca Fallata saranno dal 17  al 22 aprile il nuovo centro di gravità del Fuori salone? È questo uno degli obiettivi di “Design + sensibile”, l'inziativa

, Con Design + sensibile il Fuorisalone arriva nel Municipio 5

dan-flavin-752x440Corso San Gottardo, via Meda, via Chiesa Rossa, piazza Abbiategrasso, Conca Fallata saranno dal 17  al 22 aprile il nuovo centro di gravità del Fuori salone? È questo uno degli obiettivi di “Design + sensibile”, l’inziativa di arte, cultura e colore a cui stanno lavorando Massimo Caiazzo, designer e docente di Cromatologia, insieme a folto gruppo di artisti, artigiani e imprenditori i cui laboratori hanno sede in quest’area della città.

«Il nostro obiettivo non è semplicemente riprodurre un Fuori salone come già ne esistono in città – spiega Massimo Caiazzo – ma creare un percorso d’integrazione tra uomo e design, tra estetica ed etica, tra cittadini e soggetti che vivono le periferie, con l’obiettivo di rendere più piacevoli le azioni e le relazioni quotidiane, valorizzando i singoli e la collettività». Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente del Municipio 5 Alessandro Bramati, che sosterrà con 9mila euro, pari a circa l’80% delle spese previste, la rassegna «L’iniziativa è una risposta concreta alla richiesta di valorizzazione delle periferie. Per questo, oltre alle risorse economiche, abbiamo compartecipato con convinzione alla realizzazione della proposta di Massimo Caiazzo».

Il Fuori salone che accompagna il Salone del Mobile è tra gli eventi, insieme a quelli legati alla moda, più importanti della città. Per una settimana Milano diventa la capitale indiscussa del design mondiale e il business legato alla manifestazione prospera, insieme ai quartieri coinvolti. Nel 2017 tra Salone e Fuori salone, sono stati organizzati circa 1.500 eventi e sono arrivate in città quasi 500mila persone, realizzando un indotto turistico stimato in quasi 230 milioni di euro.

Ma l’aspetto business sembra al momento importare meno i promotori di Design + sensibile, che guardano all’iniziativa più come volano per il rilancio dei quartieri e delle relazioni che gravitano intorno a Corso San Gottardo, via Meda, via Chiesa Rossa, piazza Abbiategrasso e Conca Fallata. «Questo è un territorio ricchissimo di creatività e qualità, teatri e arte che conoscevamo – ci spiega Massimo Caiazzo – ma che lavorando al numero zero di questa proposta ha rivelato un entusiasmo e una varietà di proposte inaspettati. Vogliamo valorizzarlo e farlo crescere».

locationDesignSensibileI soggetti coinvolti dal progetto Design + sensibile sono moltissimi e le adesioni crescono di giorno in giorno. Alcune si sono manifestate anche il giorno della conferenza stampa e subito imbarcate nel progetto. I centri intorno ai quali orbiteranno le manifestazioni sono il Parco Chiesa Rossa, il Micrò e il porticato della biblioteca (qui si svolgeranno danze classiche indiane, Chromatic Dj set, laboratori “inventa il tuo colore” e di tintura naturale, sambaterapia, performance e si potranno ammirare e vivere istallazioni artistiche e oggetti di design), il teatro Pacta sarà sede di esposizioni, dibattiti sul colore nelle città e nelle scuole, concerti e sessioni musicali, la splendida Chiesa Santa Maria Annunciata in Chiesa Rossa, disegnata dall’architetto Giovanni Muzio negli anni ’30 e arricchita dalle istallazioni cromatiche di Dan Flavin nel 1996 (nella foto in alto), meta di visite guidate, condotte da Giuseppe Di Napoli, Alessandro Guerriero e Johnny dell’Orto. A queste tre location si aggiungono la sede dello Iacc, che ospiterà una serie di conversazioni sul colore, partendo da alcune tavole tratte da La teoria dei colori di Goethe, per arrivare a confrontarsi su colore, arte, scienza e disagio psichico; lo Zeus, l’atelier di Johnny Dell’Orto, lo studio di Mauro Mori e la libreria Lapsus, che a loro volta ospiteranno esposizioni, laboratori e dibattiti.

Radio dei Navigli, web-network indipendente della Zona 5 e la Red Lights Video documenteranno e filmeranno in diretta tutti gli eventi.
Per leggere il programma allo stato attuale, clicca qui. Nei prossimi giorni il Municipio dovrebbe pubblicare del materiale informativo.

Stefano Ferri
(18 marzo 2018)

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO