In distribuzione da martedì 6 febbraio il nuovo numero di Milanosud

Nuovo numero di Milanosud in distribuzione da domani, martedì 6 febbraio, in 20 mila copie nel sud Milano. La prima pagina del giornale si apre con un’analisi della proposta della flat tax, scritta da Piero

Nuovo numero di Milanosud in distribuzione da domani, martedì 6 febbraio, in 20 mila copie nel sud Milano. La prima pagina del giornale si apre con un’analisi della proposta della flat tax, scritta da Piero Pantucci. Sempre in prima il racconto dell’evento “C’è un mondo a Milano”, tenutosi al Gratosoglio, e un articolo sull’intenzione di Aler di mettere in vendita “a corpo” i quartieri di via Gola e via Bolla.

All’interno del giornale, servizi, articoli e notizie su: l’invito dei ragazzi dei quartieri Gratosoglio e Missaglia a partecipare al Campus della Pace; la notizia dei prossimi lavori nelle aree verdi del Parco Baravalle e in via Baroni, la nascita dell’Emporio della Solidarietà al quartiere S. Ambrogio; l’avvio dei lavori delle 18 startup agricole di OpenAgri a Cascina Nosedo; la destinazione provvisoria ad area feste e mercato agricolo per lo Scalo Romana, deliberata dal Comune nei giorni scorsi; il bellissimo resoconto di Giovanna Tettamanzi dell’incontro tenutosi al Centro Asteria con Sultana Razon Veronesi, in occasione delle celebrazioni della Giornata della Memoria; l’inizio dei lavori per il parcheggio Mm di piazza Abbiategrasso, la costruzione della nuova pista ciclabile e la piccola rivoluzione della viabilità; la nuova bretella sulla via Ferrari realizzata dalla Cormet, ormai prossima all’apertura.

Chiudono il giornale la pagina dell’associazione, con la promozione delle gite a Sabbioneta del 10 marzo e in Maremma, dal 28 aprile al 1 maggio; le rubriche “Fuoriporta” di Laura Guardini, “I dischi del mese” di Giuseppe Verrini; le recensioni di libri di Lea Miniutti; e di cultura della buona alimentazione di Barbara Secchi; gli appuntamenti in biblioteca, gli eventi culturali nel sud Milano.

Buona lettura!

Per leggere il giornale, clicca qui

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO