Elezioni regionali: come candidarsi per fare lo scrutatore e il Presidente di seggio, un’esperienza civile di valore

Sono aperte fino al 10 febbraio le candidature per prestare servizio come 'Scrutatore' o 'Presidente di seggio' alle prossime elezioni del 12 e 13 febbraio, per il rinnovo del Consiglio regionale e del Presidente della

Sono aperte fino al 10 febbraio le candidature per prestare servizio come ‘Scrutatore’ o ‘Presidente di seggio’ alle prossime elezioni del 12 e 13 febbraio, per il rinnovo del Consiglio regionale e del Presidente della Lombardia.   

I requisiti

Per potersi candidare è necessario essere maggiorenni, possedere la cittadinanza italiana ed essere residenti a Milano. 
Per ricoprire l’incarico di ‘Presidente di seggio’ è, inoltre, richiesto il possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado.
Per manifestare la propria disponibilità occorre compilare un apposito form. L’Amministrazione acquisirà le candidature volontarie e, in caso di effettiva necessità, convocherà gli interessati per la prestazione in oggetto. L’inserimento della candidatura è volontaria e non comporta l’obbligo di convocazione da parte dell’Amministrazione comunale. 

Si vota domenica 12 febbraio, dalle ore 7 alle 23, e lunedì 13 febbraio, dalle 7 alle 15. 

I compensi

Per i presidenti di seggio il compenso previsto è di 150 euro, mentre per gli scrutatori è di 120 euro.  Sono molti i giovani che si iscrivono nelle liste degli scrutatori quale prima significativa esperienza civile e occasione di conoscenza diretta degli strumenti della politica. 

Gli scrutatori e i presidenti di seggio che lavorano, se dipendenti, hanno diritto a un permesso sul lavoro che consente di sospendere l’attività lavorativa nei giorni delle elezioni senza perdere la retribuzione prevista. 

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO