Francesco Pessina, un martire del nostro territorio. Commemorazione nel centenario della morte dell’antifascista ucciso a 34 anni

Il 1° maggio sarà il centenario della morte di Francesco (Stanislao) Pessina, ucciso dai fascisti a 34 anni, la notte tra il 30 aprile e il 1° maggio 1922. La commemorazione si svolgerà tra il Municipio 5, che partecipa sostenendo gran parte dei

Il 1° maggio sarà il centenario della morte di Francesco (Stanislao) Pessina, ucciso dai fascisti a 34 anni, la notte tra il 30 aprile e il 1° maggio 1922. La commemorazione si svolgerà tra il Municipio 5, che partecipa sostenendo gran parte dei restauri della tomba di Pessina nel Cimitero Antico di Chiaravalle e il Municipio 4 che sostiene l’iniziativa. Poi vedremo il perché.

“Cecco”, muratore di Rogoredo

Francesco Stanislao Pessina detto , era nato a Chiaravalle il 25 marzo 1888 (all’epoca Chiaravalle e Rogoredo erano un comune unico, che sarà annesso alla Grande Milano solo nel 1923). Sposato e con tre figli, membro della Banda Musicale di Chiaravalle, viene accoltellato nel corso di una spedizione punitiva di chiara marca fascista, a pochi passi dalla Cooperativa di Chiaravalle. Ai funerali avvenuti il 3 maggio a Rogoredo si formò un corteo di quasi 3mila persone che alla fine delle esequie tentarono di spostarsi a Chiaravalle, ma il corteo fu sciolto dalla forza pubblica.

L’esecrazione del delitto e dei suoi responsabili fu dunque ampia e ben visibile. Furono tanti in quegli anni coloro che si opposero alla dittatura montante del fascismo, caduti nelle piazze, nelle strade, a difesa delle Case del Popolo, delle Cooperative e di sedi sindacali, o assassinati per rappresaglia durante le spedizioni delle squadre fasciste e in mortali agguati. Veri e propri partigiani di una Resistenza meno conosciuta.

Casa del Popolo di Chiaravalle

Francesco Pessina è stato uno di loro, un martire del nostro territorio, a suo nome infatti, venne in seguito intitolata una cellula del Pci e la Casa del Popolo di Chiaravalle, in seguito denominata Circolo Arci Pessina. Successivamente Rogoredo e Chiaravalle verranno divise prima dall’autostrada del Sole, poi dall’Alta Velocità, dopo lo spostamento della ferrovia fuori dal quartiere di Chiaravalle e comprese nei Municipi 4 e 5.

Le celebrazioni dal 20 aprile al 1° maggio

A cento anni dalla sua morte il Circolo Arci di Chiaravalle ricorda Francesco Pessina attraverso una serie di incontri, che raccontano la breve vita del lavoratore antifascista, fortemente legato al tessuto sociale contadino e proletario del suo territorio, partecipe delle lotte dei campi e successivamente nelle prime fabbriche attorno alla città.

Gli incontri saranno anche l’occasione per riproporre una riflessione più complessiva sugli avvenimenti di quegli anni, nel centenario della famigerata marcia su Roma, che inaugurò la tragica storia del ventennio nel nostro Paese, riscattata solo dalla vittoria della Lotta di Liberazione. Continuare a fare memoria, per riprendere quegli ideali di pace, di giustizia sociale e di libertà che animarono i “resistenti” di allora ma che diventano spunti importanti di riflessione sulla condizione dell’oggi.

Aderiscono le sezioni Anpi Vigentina, Stadera/Gratosoglio e Martiri di viale Tibaldi, Anpi Rogoredo e Belojannis, il Circolo Arci Pessina di Chiaravalle e Arci Bellezza, la Camera del Lavoro Romana/Giambellino, con il patrocinio dei Municipi 4 e 5.

Di Tiziana Galvanini e Tiziana Oppizzi

Il programma delle celebrazioni 

Mercoledì 20 aprile h 18, presso il Municipio 5, viale Tibaldi 41

• Mercoledì 27 aprile h 18, presso il Municipio 4, via Oglio n° 18

Presentazione dell’opuscolo “Semi di Resistenza”, sulla storia di Francesco Pessina a cura di Tiziana Oppizzi e Claudio Piccoli, seguita da una riflessione storica sul primo dopoguerra e la nascita del fascismo a cura di Gregorio Taccola storico dell’Università Milano Bicocca. Intervento canoro di Tiziana Oppizzi, pronipote di Francesco Pessina.

• Domenica 1° maggio “Festa per Francesco Pessina”

 Ore 11.00 ritrovo presso il Circolo Arci Pessina, via San Bernardo 17 a Chiaravalle.
Ore 11.30, partenza del corteo fino al Cimitero di Chiaravalle con la deposizione di una corona sulla tomba
di Francesco Pessina
Ore 12.30, aperitivo e a seguire Pranzo Popolare aperto alla cittadinanza
Ore 14.30 presentazione dell’opuscolo “Semi di Resistenza” e canti della Resistenza

Informazioni

Circolo Arci Pessina APS, tel. 02 539 8546 arcipessinamilano@gmail.com

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO