Frode: ultimato al Gratosoglio, nella piazza senza nome il nuovo murale

“Avvocato di giorno, writer di notte” (è il titolo  di un'intervista di La Repubblica del 2010 e ripresa di recente),  l'avvocato  Frode, che si autodefinisce artista & avvocato penalista, ha pubblicato su Instagram un'anteprima del lavoro

Frode, Gratosoglio

“Avvocato di giorno, writer di notte” (è il titolo  di un’intervista di La Repubblica del 2010 e ripresa di recente),  l’avvocato  Frode, che si autodefinisce artista & avvocato penalista, ha pubblicato su Instagram un’anteprima del lavoro in fase conclusiva, dello spettacolare murale nella Piazza senza nome di Gratosoglio, dietro le Torri.  Insieme a  EricsOne e Fosk ”Ho cercato di sperimentare nuove forme e nuove linee, creando una forma d’interazione e di gioco con tutte le persone che sono venute in contatto con questo muro…  spero vi piaccia, anche se credo che un muro guardato attraverso uno schermo sia un po’ come un gelato gustato solo con gli occhi, difficile percepirne il vero sapore! 🙂 Passate a gustarlo di persona!” Di certo andremo ad ammirare il nuovo murale e ovviamente la sua precedente opera, le panchine culturali della piazza senza nome inaugurate lo scorso anno 

Importante il contributo  di coopzero5  attraverso il Bando quartieri 2019/20, e degli street art  @foskif, @erics_one  e @antonio_tonic_21gr e degli “gli abitanti del quartiere che hanno sostenuto o anche solo protestato rendendo il progetto più allegro”.

Frode, Writer/urban artist ed avvocato penalista

Unico nel proprio genere nel panorama della street art mondiale, il suo percorso parte dalla strada, dove opera fin dal 1993, prima come writer e poi come urban artist. Oggi è uno dei maggiori protagonisti della street art italiana e, come avvocato penalista, il più noto difensore di writers e street artist nelle aule giudiziarie.

Riprendendo dalla sua ampia biografia, citiamo unicamente che in qualità di avvocato, fin dal 2010 Frode ottiene le prime sentenze di assoluzione di writers dall’accusa di imbrattamento in Italia e contribuisce all’affermazione di un nuovo filone nella Giurisprudenza italiana a favore della Street Art e del Writing. Nel 2016 ottiene dalla Suprema Corte di Cassazione l’assoluzione dell’imputato street artist, che diviene il primo precedente noto in materia .

Mostre e collaborazioni  per e in Milano

Ha collaborato  al Film “Graffiti a Milano”di Sky Arte HD (2013) come coprotagonista e con i nomi della moda e del design, quali Armani e Kartell.  
In esposizione permanente al Palazzo di Giustizia di Milano: “Stop Violence against Women” (2016).
Mostre Personali: “Frodesign”, Galleria MyLoft per Fuorisalone Milano (2013) e “Approdi Urbani” presso Assocazione Art Gallery, Milano (2016)

Opere pubbliche a Milano di Frode

Piazza delle Donne Partigiane, Barrio’s, Comune di Milano (2013); Cortile d’ingresso dell’Istituto Penitenziario Beccaria (2013); Facciata laterale Casa d’accoglienza “Enzo Jannacci” (2015); Muri esterni casa parrocchiale Chiesa di San Cristoforo sul Naviglio (2015); Panchine Culturali del Gratosoglio, Regione Lombardia (2019); Rifacimento facciata opera pubblica Piazzale Donne Partigiana, A.N.P.I., (2019)

Da Colors in progress nelle pagode di Gratosquare,   di Zero5 Laboratorio di Utopie Metropolitane  l’anteprima dello splendido lavoro eseguito al CAM di Gratosoglio.

Come scrive un suo ammiratore:  ” L’arte è sempre la risposta giusta”

 

Giornalista per caso… dal 1992, per una congenita passione per la fotografia. Dalle foto ai testi il passo è breve: da riviste di viaggio e sportive ai più quotati femminili e quotidiani nazionali sui temi del mondo del lavoro. Ho progettato e gestito newsletter di palestre e centri fitness. Ora faccio parte degli intrepidi inviati di Milanosud.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO