, I circoli Pd del Municipio 5 regalano tre tablet alle Rsa di zona per consentire agli ospiti di comunicare con l’esterno

I circoli Pd del Municipio 5 regalano tre tablet alle Rsa di zona per consentire agli ospiti di comunicare con l’esterno

Tra coloro che più sono colpiti dal clima di angoscia, dalle difficoltà oggettive finanche dei drammi che l’epidemia di Coronavirus sta diffondendo in tutto il paese, vi è indubbiamente il mondo delle Rsa. Qui gli

, I circoli Pd del Municipio 5 regalano tre tablet alle Rsa di zona per consentire agli ospiti di comunicare con l’esterno

Tra coloro che più sono colpiti dal clima di angoscia, dalle difficoltà oggettive finanche dei drammi che l’epidemia di Coronavirus sta diffondendo in tutto il paese, vi è indubbiamente il mondo delle Rsa. Qui gli ospiti vivono praticamente reclusi da oltre due settimane e chissà per quanto tempo dovranno farlo ancora. Troppo pericoloso l’ingresso di parenti, potenziali portatori di Covid-19. Troppo tragiche le notizie che arrivano da Mediglia, dalla provincia di Brescia, dalle Marche e da molti altre Rsa sparse sul territorio, dove il virus è entrato.

Per provare almeno in parte dare sollievo al senso di solitudine degli ospiti e placare l’angoscia dei parenti che non vedono i propri cari, i circoli Pd del Municipio 5 hanno raccolto i fondi per acquistare tre tablet, che saranno destinati alle Rsa della zona. Il primo è stato consegnato alla Rsa Santa Sara di via Barrili al quartiere Stadera, il secondo arriverà nei prossimi giorni alla Rsa Baroni al Gratosoglio e per il terzo tablet sono in corso i contatti.

Molto soddisfatti i direttori delle prime due strutture. Marcello Ludovisi della Rsa Santa Sara si è attivato subito per consentire al personale di affiancare ai propri cellulari il nuovo tablet e attraverso un calendario di appuntamenti consentire i collegamenti con l’esterno. Sulla stessa lunghezza d’onda il direttore della Rsa Baroni Fabio Ferrante, che con il nuovo tablet in arrivo potrà potenziare le comunicazioni con l’esterno, ora fatte attraverso Skype da un solo dispositivo «Un tablet ci è molto utile, perché con un nuovo dispositivo potremo stilare un programma di incontri online più fitto, senza appesantire troppo la struttura. E poi, naturalmente – ha concluso il direttore Ferrante -. Appena terminata l’emergenza inviteremo gli amici dei circoli Pd per ringraziarli di questa bella iniziativa».

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO