Il cammino degli invisibili: tavola rotonda con cena al C.I.Q. su tutele contrattuali e diritti civili: quali soluzioni per precarie e precari?

La Tavola rotonda  organizzata dal Centro Internazionale di Quartiere (C.I.Q.)   si propone di ascoltare esperti e associazioni che attivamente lavorano e studiano il territorio urbano di Milano, per poter formulare alcune soluzioni concrete per i cittadini

La Tavola rotonda  organizzata dal Centro Internazionale di Quartiere (C.I.Q.)   si propone di ascoltare esperti e associazioni che attivamente lavorano e studiano il territorio urbano di Milano, per poter formulare alcune soluzioni concrete per i cittadini invisibili da presentare alle istituzioni milanesi.

Chi sono i cittadini invisibili? L’invisibilità dei molti, secondo gli organizzatori, è una condizione trasversale che permea ogni aspetto della vita nella nostra società. Il mondo del lavoro sarebbe il punto nodale in cui molte disuguaglianze si generano, proliferano e creano esclusione e sfruttamento. La competizione sfrenata e la precarietà di troppi lavoratori e lavoratrici invisibili è esacerbata dalla mancanza di tutele contrattuali e avvilisce le vittime anche rispetto alla mancanza di diritti civili.
La città di Milano, come tutte le grandi città, raccoglie molti di questi  “invisibili”: precari e precarie di tutte le età, persone che hanno perso il lavoro e che faticano a reinserirsi. Soprattutto  le periferie, secondo l’analisi dei proponenti, rappresentano uno spazio svalutato e degradato che non restituisce speranza e benessere a chi la vive e che sovente causa ancora più squilibri sociali ed economici.
 Grazie all’aiuto di esperti che vivono e partecipano attivamente sul territorio, si cercherà di trovare delle soluzioni possibili e delle proposte concrete
La lotta per un sistema che garantisca dignità e diritti a tutti lavoratori e lavoratrici è imprescindibile ed è possibile grazie all’unione delle tante istanze che arrivano da dentro e fuori il mondo del lavoro. 

La Tavola rotonda si terrà il 12 luglio alle ore 19 presso la Cascina Casottello.
Ci sarà anche la possibilità di cenare previa prenotazione, scrivendo a milano@inmovimento.online entro il 9 Luglio.

I laboratori del C.I.Q.

Il Centro Internazionale di Quartiere (C.I.Q.) è un progetto dell’associazione socio-culturale Sunugal, che da oltre vent’anni si occupa di co-sviluppo tra Italia e Senegal, promozione sociale e intercultura, e della Cooperativa Sociale Fate Artigiane. Le due associazioni hanno vinto nel 2016 il bando pubblico per la ristrutturazione e rivalorizzazione della Cascina Casottello in via Fabio Massimo 19, acquisita dal Comune di Milano nel 2013 con lo scopo di avviare un processo di rigenerazione territoriale e architettonica proponendosi, attraverso corsi, eventi e attività culturali, quale polo culturale per associazioni e singoli cittadini della zona 4 di Milano.

Come raggiungere la Cascina

Cascina Casottello,  via Fabio Massimo 19
• M3 Porto di Mare • Autobus 77 – fermata Via Ravenna V.le Omero, direzione Poasco • Autobus 93 – fermata V.le Omero, direzione V.le Omero.

Info: https://www.facebook.com/CiqMilano4

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO