Il Circolo: «Perché cercare altri progetti se il portico è vissuto?»

I gestori del Circolo hanno le idee chiare: consegnare le chiavi nella data stabilita, il 7 luglio, e pagare il debito accumulato con il Comune. Tuttavia non sono d’accordo con l’indizione di un bando per

, Il Circolo: «Perché cercare altri  progetti se il portico è vissuto?»

I gestori del Circolo hanno le idee chiare: consegnare le chiavi nella data stabilita, il 7 luglio, e pagare il debito accumulato con il Comune. Tuttavia non sono d’accordo con l’indizione di un bando per la gestione del portico. Durante la festa popolare il Comitato in difesa del Circolo ha organizzato un incontro il 5 luglio per dare vita a un Comitato per la gestione condivisa del portico, eletto democraticamente in assemblea pubblica. L’obiettivo è far sì che vengano organizzate iniziative nel pieno spirito del Circolo: socialità e aggregazione, con un carattere pubblico, aperto e pluralista. «Il territorio ha sempre esposto dei bisogni concreti, noi abbiamo risposto venendo incontro alle esigenze dei cittadini, siamo tutti educatori, abbiamo questo modo di lavorare. Sono state organizzate molte iniziative a costo zero, eventi culturali, feste popolari, laboratori, mostre, un campo estivo per bambini autogestito, che ha dato la possibilità ai genitori di gestire il loro tempo e al Comune di risparmiare – ha affermato Raffaele di Antigua Onlus e gestore del Circolo -. I progetti in questo posto non sono mai mancati, per questo non ha senso che sia indetto un bando di concorso per la gestione del portico. I bandi servono a cercare progetti sociali che si svolgano all’interno di uno spazio messo a disposizione dal Comune: perché cercare progetti se esistono già, riescono e le associazioni della zona sono già coinvolte? E perché, se il ruolo sociale che queste svolgono è significativo, far pagare un affitto?».

A partire dal 7 luglio, il neonato Comitato organizza un presidio permanente sotto il portico, una conferenza stampa alle 11 e una “camminata rumorosa” per il quartiere alle 19, cittadini e associazioni sono invitati a partecipare. Domenica 12, ancora iniziative con pranzo condiviso. Potete leggere il testo originale prodotto dal Comitato il 5 luglio su www.retecinque.blogspot.it e consultare la pagina facebook “Sotto il portico”.

E. P.

(luglio 2015)

Elisa Paci, 24 anni, laureata in Comunicazione e Società (Scienze Politiche), blogger e fotografa, ha uno spirito internazionalista, che la porta a viaggare a Milano e nel mondo, in aiuto di chi non ce la fa, siano persone, interi popoli o piccole redazioni digitali. Per lei il reaggae è il massimo.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO