Possiamo salvare il mondo prima di cena, perché il clima siamo noi

La lettura del libro di Jonathan Safran Foer non lascia indifferenti. Già il titolo “Possiamo salvare il mondo, prima di cena. Perché il clima siamo noi” è un messaggio forte, una frase potente che colpisce

, Possiamo salvare il mondo prima di cena, perché il clima siamo noi

La lettura del libro di Jonathan Safran Foer non lascia indifferenti. Già il titolo “Possiamo salvare il mondo, prima di cena. Perché il clima siamo noi” è un messaggio forte, una frase potente che colpisce anche fatalisti e increduli. Perché, aggiunge l’autore, “i nostri stili di vita in futuro creeranno catastrofi ambientali che avranno forti ripercussioni sui nostri figli”. Dobbiamo ripensare e modificare i nostri comportamenti e consumi: dall’alimentazione all’abbigliamento, dai mezzi di trasporto ai consumi energetici e tutto quanto produce inquinamento. Milioni di vite sono in pericolo perché si mangia troppo, soprattutto troppo cibo di origine animale – continua Foer. Circa l’80 percento della deforestazione serve a recuperare terreno da utilizzare per la produzione di foraggio e pascoli per gli allevamenti di bestiame da macello. Il taglio e l’incendio delle foreste sono responsabili di almeno il 15 per cento delle emissioni globali di gas serra ogni anno. Con gravi conseguenze sui cambiamenti climatici e sulla salute degli umani. Chi ha una dieta ad alto consumo di proteine animali, oltre a disturbi minori, ha una probabilità elevata di morire di cancro rispetto a chi segue una dieta alternativa. Tra le pagine Foer racconta, con grande abilità, la crisi climatica che è anche “crisi della nostra capacità di credere in un mondo diverso”. Mescola in modo originale storie di famiglia, ricordi personali, episodi biblici, dati scientifici e rigorosi e suggestioni futuristiche. Parte dalla volontà di “convincere degli sconosciuti a fare qualcosa” e termina con un messaggio rivolto ai figli, ai quali ciascun genitore – non solo a parole, ma con le proprie scelte – spera di riuscire a insegnare “la differenza tra correre verso la morte, correre per sfuggire alla morte e correre verso la vita”.

 

Jonathan Safran Foer
Possiamo salvare il mondo, prima di cena. Perché il clima siamo noi.
Guanda, pag. 311, 18 euro

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO