Il Mu5 dà la delega alla partecipazione e cittadinanza attiva a Fabio Calarco, fondatore della San Gottardo Meda Montegani social street

Fabio Calarco, fondatore della San Gottardo Meda Montegani social street, una delle realtà social più seguite e attive in città, ha ricevuto dal Municipio 5 la delega alla Partecipazione e Cittadinanza attiva. L’incarico, attribuito con

Fabio Calarco, fondatore della San Gottardo Meda Montegani social street, una delle realtà social più seguite e attive in città, ha ricevuto dal Municipio 5 la delega alla Partecipazione e Cittadinanza attiva. L’incarico, attribuito con una delibera di Giunta, pur essendo una novità a livello cittadino –  mai una delega così importante era stata attribuita al di fuori del recinto degli eletti – era comunque ampiamente prevista. L’attuale maggioranza in Municipio, nella persona del presidente Natale Carapellese, si era impegnata in questo senso già in campagna elettorale e, una volta conquistato lo scranno di viale Tibaldi, aveva inserito, sin dai primi documenti di programmazione approvati dal Consiglio5, l’obiettivo di promuovere la partecipazione, la cittadinanza attiva e l’informazione.

Il prescelto, Fabio Calarco, è una persona molto nota e apprezzata nel Municipio. Ingegnere, esperto in social media, digital marketing e politiche di sharing, ha creato e lanciato la San Gottardo Meda Montegani social street, aggregando oltre 14,5mila persone e, soprattutto, creando una sorta di incubatore digitale per numerosissime iniziative concrete e reali, che hanno avuto ricadute importanti sul territorio e i cittadini. 

Ora si dovrà occupare di favorire la partecipazione e soprattutto la voglia di fare per la propria città e i suoi abitanti, di quella galassia vasta, multiforme ed essenzialmente anarchica, che è la cittadinanza attiva. Una vera sfida, per un universo composito che ha sempre avuto nelle logiche individuali e spontanee la sua forza ma anche i suoi limiti.

«Diamo il via a questa sperimentazione per valorizzare ancor di più il rapporto molto positivo che abbiamo con tutte le realtà del territorio – ha affermato il presidente del Municipio 5 Natale Carapellese -. Il tavolo delle associazioni lavora bene da oltre 10 anni, rimaneva da creare un canale con la cittadinanza attiva, che tanto è cresciuta in questi anni ma che fatica a farsi ascoltare. Con l’attribuzione di questa delega contiamo, insieme a un piano di comunicazione e partecipazione che redigeremo, di raggiungere e coinvolgere nella vita del Municipio il maggior numero possibile di cittadini. Porteremo la delibera di giunta in Commissione e Consiglio – ha concluso Carapellese – per una presentazione formale ai consiglieri e ai cittadini, per sottolineare e promuovere il ruolo istituzionale e super partes che intendiamo attribuire a Calarco».

Tra gli obiettivi di Fabio Calarco – che per entrare ufficialmente in carica attende il decreto del presidente e di firmare il contratto triennale – ci sono la creazione di uno sportello “facilitatore” dedicato alla cittadinanza attiva, la promozione del Bilancio partecipativo, la partecipazione dei cittadini a consigli e commissioni, la raccolta e la presentazione di proposte dei cittadini.

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
1 COMMENTO
  • Avatar
    Donatella Massimilla 2 Febbraio 2022

    Felicissima di questa tua nuova carica, strameritata, sicuramente ci farà collaborare sempre di più in sinergia!
    Donatella Massimilla
    CETEC Spazio Alda Merini

SCRIVI UN COMMENTO