In attesa della conferenza stampa di Draghi di lunedì, tutte le misure del nuovo decreto e quelle già attive

In attesa della conferenza stampa promessa dal Presidente del Consiglio, MarioDraghi, per domani lunedì 10 gennaio alle ore 18, pubblichiamo le misure prese dal Governo con il nuovo decreto legge n° 1/2022, pubblicato sulla Gazzetta

In attesa della conferenza stampa promessa dal Presidente del Consiglio, MarioDraghi, per domani lunedì 10 gennaio alle ore 18, pubblichiamo le misure prese dal Governo con il nuovo decreto legge n° 1/2022, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale l’8 gennaio e quelle già attive da Natale.

Sono misure prese al fine di tutelare la salute pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza per i cittadini, nei luoghi di lavoro e nella scuola, e che hanno suscitato alcune contestazioni e controversie, soprattutto nell’ambito delle disposizioni per la scuola.

Obbligo di vaccinazione agli ultra 50enni

1. Dall’8 gennaio e fino al 15 giugno 2022, l’obbligo vaccinale si applica ai cittadini che abbiano compiuto il cinquantesimo anno di età: siano essi italiani e cittadini Ue residenti nel territorio dello Stato, nonché ai cittadini stranieri. 

2. L’obbligo non sussiste in caso di accertato pericolo per la salute attestato dal medico di medicina generale dell’assistito o dal medico vaccinatore. L’infezione da Sars-CoV-2 determina il differimento della vaccinazione fino alla prima data utile.

3. Sanzioni amministrative pecuniarie di euro cento in uno dei seguenti casi:
a) soggetti che alla data del 1° febbraio 2022 non abbiano iniziato il ciclo vaccinale primario;
b) soggetti che a decorrere dal 1° febbraio 2022 non abbiano effettuato la dose di completamento del ciclo vaccinale primario;
c) soggetti che a decorrere dal 1° febbraio 2022 non abbiano effettuato la dose di richiamo successiva al ciclo vaccinale primario.

La sanzione è erogata dal Ministero della salute il tramite l’Agenzia delle Entrate. Il Sistema Tessera Sanitaria è autorizzato al trattamento delle informazioni acquisite dall’Anagrafe.

Lavoratori over 50 anni

Al fine di tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori nelle imprese pubbliche e private:

1. Dal 15 febbraio ai lavoratori privi della certificazione verde Covid-19 di vaccinazione o di guarigione è vietato l’accesso ai luoghi di lavoro. Sono considerati assenti ingiustificati, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro, fino alla presentazione della predetta certificazione, e comunque non oltre il 15 giugno 2022. Per i giorni di assenza ingiustificata, non sono dovuti la retribuzione né altro compenso o emolumento, comunque denominati.

1. I datori di lavoro pubblici e privati devono verificare il rispetto delle prescrizioni nei rispettivi luoghi di lavoro.

2. La sanzione amministrativa per la violazione delle disposizioni è  da euro 600 a euro 1.500.

Università: obbligo per il personale 

L’obbligo vaccinale si estende a tutto il personale delle università, delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica e degli istituti tecnici superiori.

Trasporti: obbligo Green pass rafforzato

Da domani, 10 gennaio, obbligo del super green pass su qualunque mezzo pubblico, oltre alla mascherina Ffp2: dal trasporto pubblico locale (tram, autobus, metropolitane) ai treni, aerei e navi.

Accesso a servizi e attività

1. Obbligo del Green pass rafforzato

Da lunedì 10 gennaio al 31 marzo 2022  obbligo del super green pass (o rafforzato) oltre che per  bar e ristoranti al chiuso, palestre e piscine, cinema e teatri (luoghi per cui era già obbligatorio da Natale), anche per i seguenti luoghi:

– alberghi e strutture ricettive;
– feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose;
– sagre e fiere
– centri congressi
– servizi di ristorazione all’aperto
– impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici
– piscine, centri natatori, sport di squadra e centri benessere anche all’aperto
– centri culturali, sociali e ricreativi all’aperto. 

2. Obbligo del Green pass base

– Dal 20 gennaio obbligo per andare da parrucchieri, barbieri e centri estetici.

– Dal 1° febbraio fino al 31 marzo 2022, è consentito l’accesso solo con il green pass base ai seguenti servizi e attività:
• tutti i negozi, esclusi gli alimentari, farmacie e  attività commerciali che vendono prodotti essenziali e primari per la persona (supermercati).
• pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari, attività commerciali, 
Le verifiche all’accesso ai servizi, alle attività e agli uffici sono effettuate dai relativi titolari, gestori o responsabili.

Disposizioni nelle scuole

La gestione dei casi di positività’ all’infezione da Sars-CoV-2 nel sistema educativo, scolastico e formativo è il seguente:

A. Negli asili nido una sospensione delle relative attività  per una durata di dieci giorni in presenza di un caso di positività  nella stessa sezione o gruppo classe, si applica alla medesima sezione o al medesimo gruppo classe.

B. Nelle scuole primarie: 
1) in presenza di un caso di positività nella classe, si applica la sorveglianza con test antigenico rapido o molecolare da ripetersi dopo cinque giorni;
2) in presenza di almeno due casi di positività nella classe, si applica la didattica a distanza per la durata di dieci giorni.

C. Nelle secondarie di 1° e 2° e nelle professionali: 
1) Con un caso di positività  nella classe si prosegue con la  didattica in presenza, con l’autosorveglianza e mascherine Ffp2;
2) Con due casi di positività si prosegue con la  didattica in presenza, con l’autosorveglianza e mascherine Ffp2 per vaccinati o guariti (ossia coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale primario o sono guariti da meno di centoventi giorni oppure hanno effettuato la dose di richiamo).  Per i  non vaccinati o non guariti  si applica la didattica digitale integrata per la durata di dieci giorni;
3) Con almeno tre casi di positività si applica la didattica a distanza per dieci giorni;
4) Con febbre superiore a 37,5° o sintomatologia respiratoria: divieto di accedere nelle scuole.
5) Tracciamento dei contagi: fino al 28 febbraio 2022  test antigenici rapidi gratuiti mediante prescrizione medica del medico di medicina generale o del pediatra di libera scelta, presso le farmacie  o le strutture sanitarie.

Durata delle quarantene

Contatti stretti ad alto rischio

•  Soggetti non vaccinati o che non abbiano completato il ciclo vaccinale primario: quarantena  di 10 giorni dall’ultima esposizione al caso e al termine test molecolare o antigenico con risultato negativo;

•  Soggetti con ciclo vaccinale primario da più di 4 mesi, con green pass valido e asintomatici: la quarantena di 5 giorni, e al termine  test molecolare o antigenico con risultato negativo;

• Soggetti asintomatici  con dose booster, con ciclo vaccinale primario o guariti nei 4 mesi  precedenti, non si applica la quarantena, ma obbligo  FFP2 per almeno 10 giorni dall’ultima esposizione al caso. Il periodo di Auto-sorveglianza termina al giorno 5.

Isolamento

• Positivi asintomatici con la dose booster o con il super green pass da meno di 4 mesi: isolamento di 7 giorni cui segue test antigenico o molecolare per uscire.

• Positivi sintomatici: isolamento di 10 giorni cui segue test antigenico o molecolare per uscire.

Differenze tra i diversi Green pass

• Green pass base:  è la Certificazione verde Covid-19 per vaccinazione, guarigione, test antigenico rapido o molecolare con risultato negativo.

• Green pass rafforzato: è la Certificazione verde Covid-19 rilasciata dopo il completamento del ciclo vaccinale primario o di guarigione. 

• Green pass booster: è la Certificazione verde Covid-19 rilasciata dopo la dose di richiamo (booster), successiva al ciclo vaccinale primario.

• I bambini sotto i 12 anni sono esentati dalla certificazione verde Covid-19. Ai bambini dai 5 agli 11 anni è consigliato di effettuare la vaccinazione, ottenendo il green pass

Per saperne di più, clicca qui:  FAQ del Governo

 *Aggiornamento del 10 gennaio, ore 13

 

 

Giornalista per caso… dal 1992, per una congenita passione per la fotografia. Dalle foto ai testi il passo è breve: da riviste di viaggio e sportive ai più quotati femminili e quotidiani nazionali sui temi del mondo del lavoro. Ho progettato e gestito newsletter di palestre e centri fitness. Ora faccio parte degli intrepidi inviati di Milanosud.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO