Iva ridotta al 5% per decine di migliaia di famiglie utenti del teleriscaldamento

Nel presentare in Commissione Bilancio alla Camera il terzo pacchetto di emendamenti alla manovra il ministro all’Economia Giancarlo Giorgetti ha annunciato che per il primo trimestre 2023 l’iva sul teleriscaldamento scenderà al 5% per tutte

Nel presentare in Commissione Bilancio alla Camera il terzo pacchetto di emendamenti alla manovra il ministro all’Economia Giancarlo Giorgetti ha annunciato che per il primo trimestre 2023 l’iva sul teleriscaldamento scenderà al 5% per tutte le utenze, contro gli attuali 22% e 10% applicate sul costo dell’energia, in base alla tipologia di impianti. «Diversi emendamenti sollecitavano quella che era ritenuta e che anche noi abbiamo ritenuto un’ingiustizia, il trattamento di sfavore per il teleriscaldamento – ha spiegato il ministro -, per cui è prevista la riduzione dell’aliquota Iva al 5% per il primo trimestre 2023».

Sul provvedimento ha dichiarato Aldo Ugliano, presidente dell’associazione Ambiente ed Energia, in prima linea da mesi per chiedere la riduzione dell’aliquota Iva: «Il Ministro Giorgetti ha annunciato in sede di Commissione Bilancio della Camera la riduzione dell’Iva al 5% per gli utenti del teleriscaldamento fino a marzo 2023.  Si tratta di un primo risultato importante della battaglia condotta dall’Associazione Ambiente ed Energia, dal Sunia, dal Sicet e dal Coordinamento dei Comitati Milanesi attraverso una petizione popolare che ha raccolto già migliaia di firme.

Si giunge a questo risultato dopo i pronunciamenti di Arera (Autorità di Regolazione Energia Reti e Ambiente), del Consiglio Comunale di Milano, del Consiglio Regionale della Lombardia e della Lettera dei Sindaci di Milano, Torino, Brescia, Bergamo e Varese al precedente Governo.

Continueremo la nostra battaglia per trasformare la riduzione dell’Iva da contingente ed emergenziale ad un’aliquota ordinaria pari a quella del gas per sottrarre decine di migliaia di famiglie dalla tagliola attuale del 22% finora corrisposta, che funzionando da effetto moltiplicatore di bollette alle stelle, rende ancor più esose le tariffe del teleriscaldamento».

Solo a Milano le abitazioni che usufruiscono del teleriscaldamento sono circa 225mila.

 

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO