“La peste” di Camus, l’uomo difronte all’inaspettato, dal 22 al 27 marzo al Carcano, regia Serena Sinigaglia

Arriva a Milano dal 22 al 27 marzo “La peste. Il tentativo di essere uomini” di Albert Camus, regia di Serena Sinigaglia, adattamento teatrale di Emanuele Aldrovandi. In scena gli attori Marco Brinzi, Alvise Camozzi,

Arriva a Milano dal 22 al 27 marzo “La peste. Il tentativo di essere uomini” di Albert Camus, regia di Serena Sinigaglia, adattamento teatrale di Emanuele Aldrovandi. In scena gli attori Marco Brinzi, Alvise Camozzi, Matteo Cremon, Oscar De Summa e Mattia Fabris.

Lo spettacolo, come il capolavoro dell’artista francese, scandaglia a fondo l’animo umano e lo fa scegliendo il momento estremo della pandemia, che si rivela divertente, commovente e appassionante. Camus guarda l’umanità senza giudicarla mai, con occhi sempre nuovi. E ci propone una direzione possibile, un senso nel caos, un freno alla paura nell’amore laico e terreno, inaspettato protagonista di questa storia.

«Sembrava un libro per me e il mio smarrimento – commenta la regista Serena Sinigaglia, ripensando alla sua lettura del capolavoro di Camus, all’epoca del primo lockdown -, come se fosse scritto del 2020 e non degli anni ’40 del secolo scorso. Parla di noi, parla di come reagiamo ad eventi inaspettati, che ci confondono e disorientano. La “peste” non è solo la malattia epidemica che quando arriva sospende il tempo ordinario e mette in crisi le certezze acquisite. La peste è anche metafora della condizione dell’uomo, del senso del suo passaggio su questa terra».

Info su www.teatrocarcano.com

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO