Lungo la via Carolingia, su e giù per la Val Camonica fino a Ponte di Legno tra sfolgoranti colori autunnali

Da Edolo a Ponte di Legno, il percorso è lungo un po’ più di 20 km, ma come ogni cammino sulle orme della storia, della leggenda, e delle tradizioni antiche, anche questo si può accorciare

Da Edolo a Ponte di Legno, il percorso è lungo un po’ più di 20 km, ma come ogni cammino sulle orme della storia, della leggenda, e delle tradizioni antiche, anche questo si può accorciare e prolungare a piacimento.

Qui siamo sulla Via Carolingia, percorsa da Carlo Magno – che nel 774 assoggettò la Valle Camonica – insieme a sette vescovi. Per rimarcare il prevalere delle sue armate e della vera fede sui signori locali, il futuro imperatore fece costruire fortezze e chiese che ancora si incontrano lungo il percorso che risale la valle a mezza costa.

Si parte dalla piazza Martiri della Libertà di Edolo, magari dopo un caffè al bar Jolly, dove si può avere il timbro del Cammino. Si attraversano Monno (chiesa di San Brizio), Vezza d’Oglio, Vione, Temù, Villa Dalegno, in un continuo saliscendi del tracciato che si conclude a Ponte di Legno.

Boschi, campagna, pascoli, centri abitati si alternano lungo la bella strada, scelta anche da numerosi amanti della bicicletta: non mancano punti di possibile sosta e ristoro, panorami e, in questa stagione, gli sfolgoranti colori autunnali. Un buon servizio di pullman garantisce la possibilità di tornare al punto di partenza con tranquillità. Altri particolari sul sito il Cammino di Carlo Magno.

La bellissima chiesetta di San Clemente, a Vezza D’Oglio.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO