Con l’arte di Frida Khalo arrivano gli impegni di Sala e Bolognini per il Gratosoglio

Serata emozionante, quella di ieri 10 maggio, sotto le torri di via Saponaro, al Gratosoglio. Moltissime persone hanno affollato la “piazza senza nome” di fronte alla parrocchia Santa Maria Madre della Chiesa per “Cultura, profumi

, Con l’arte di Frida Khalo arrivano gli impegni di Sala e Bolognini per il Gratosoglio

frida3
Serata emozionante, quella di ieri 10 maggio, sotto le torri di via Saponaro, al Gratosoglio. Moltissime persone hanno affollato la “piazza senza nome” di fronte alla parrocchia Santa Maria Madre della Chiesa per “Cultura, profumi e sapori al Gratosoglio” (Frida Kahlo. Oltre il Mito. Racconto di una mostra”). Evento clou, la proiezione sulle torri dei disegni Frida Khalo, accompagnati da musica messicana e dal profumo delle essenze dell’Accademia del Profumo con Atelier Fragranze Milano.

FridaUno spettacolo unico che è stato preceduto dai discorsi dei rappresentanti delle istituzioni, che hanno preso impegni concreti per questa parte della città, che da troppi anni aspetta interventi contro il degrado. Il sindaco Beppe Sala, che ha preso la parla per primo, ha detto chiaramente che «questa bellissima serata sarebbe poca cosa, se non fosse seguita da interventi concreti per il risanamento del quartiere, che ci impegniamo a fare entro la fine del mandato. Questo è soltanto l’inizio del percorso che faremo per ridare identità a questa piazza, ancora senza nome. Qui c’è una comunità di persone che con impegno lavora ogni giorno per questo quartiere: non la lasceremo sola». Il sindaco ha poi ribadito la sintonia sul tema del rilancio dei quartieri periferici, aldilà delle differenze politiche, con il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana. La parola poi è passata al neo assessore alla Politiche sociali e abitative del Pirellone Stefano Bolognini, che dopo aver confermato la sintonia con Palazzo Marino «sugli interessi dei cittadini», si è spinto ancora più in là con gli impegni, affermando: «Entro il 2020 partiranno i lavori per la sistemazione delle tre torri Aler che circondano questa piazza. Sistemeremo i tetti, una delle facciate e la piazza, per farla farla finalmente rinascere». Infine in un accorato intervento il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli ha ribadito l’impegno della associazione che guida nel sostengo alle periferie e in particolare all’insediamento di attività commerciali «presidi di sicurezza volano di benessere e socialità».

A conferma dell’importanza della serata, la presenza in piazza di molte associazioni, dei consiglieri comunali, di Municipio 5 e il presidente Alessandro Bramati. Tutti chiamati, insieme ai cittadini (e al nostro giornale), a vigilare perché gli impegni presi siano mantenuti.

sindaco Sala Frida

IL PROGRAMMA DEI PROSSIMI GIORNI

Sabato 12 maggio

  • Ore 17/20 – primo “Torneo di Basket Gratosoglio” che vedrà partecipare i ragazzi della zona con premiazione finale.
  • Ore 19:30 – Giochi in piazza per i più piccoli organizzati dalla cooperativa sociale “Lo Scrigno”.
  • Ore 20:45/23:30 – Proiezioni con sottofondo musicale.

Domenica 13 maggio

  • Ore 14/19 – Presso Casa delle associazioni si terrà la “II Edizione della Festa di Primavera” con laboratori artistici, teatrali e classi di Yoga, oltre all’esibizione del Coro delle Voci Bianche e del Coro Cantus Ornatus. A conclusione un rinfresco per tutti gli ospiti.
  • Ore 15:30 – Danze popolari in piazza organizzate dal Collettivo InConTraDa e performance di del writer street artist Tonic, contemporaneamente giochi per bambini e ragazzi.
  • Ore 20:4/23:30 – Proiezioni con sottofondo musicale.

Per leggere l’articolo “Dal 10 al 13 maggio, Frida Khalo al Gratosoglio con un museo a cielo aperto. E c’è anche la festa alla Casa delle associazioni”, clicca qui.

Stefano Ferri
(11 maggio 2018)

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO