LinkedIn: consigli pratici per un profilo efficace

Hai un profilo LinkedIn? Segui la nostra guida per creare un personal branding accattivante.LinkedIn è una delle piattaforme social più in crescita: un trend che non accenna minimamente ad arrestarsi, nemmeno durante il 2022.Ogni dipendente

profilo linkedin

Hai un profilo LinkedIn? Segui la nostra guida per creare un personal branding accattivante.

LinkedIn è una delle piattaforme social più in crescita: un trend che non accenna minimamente ad arrestarsi, nemmeno durante il 2022.

Ogni dipendente o imprenditore, ma anche ciascun freelance, conosce l’importanza di sviluppare un solido network di contatti e, parallelamente, attirare nuove opportunità lavorative.

Soprattutto per chi si sta affacciando alla carriera di libero professionista, un social network professionale come LinkedIn rappresenta spesso il punto di partenza per rendere più orientata al business la propria presenza sul web.

Si tratta di un mezzo che aiuta a creare relazioni che potranno rivelarsi utili per la carriera professionale.

Ma come si crea un profilo LinkedIn davvero efficace, in grado di catalizzare l’attenzione dei visitatori?

Scopri questi suggerimenti pratici, che porteranno il tuo profilo LinkedIn al successo.

 Come creare un profilo LinkedIn valido

Foto profilo e copertina

Questi due elementi rappresentano il primo impatto visivo per un visitatore che si interfaccia con il tuo profilo.

È preferibile una foto professionale con il volto in primo piano. Qualora il tuo profilo fosse invece più adatto ad un ruolo creativo, la foto potrebbe essere più informale. Un’immagine in cui sorridi sorriso è sempre raccomandata per trasmettere fiducia ed empatia.

La foto di copertina (o background), invece, deve far capire chiaramente ciò che fai. Può essere un rimando al tuo sito web, contenere un payoff o semplicemente un logo: l’importante è che sia coerente con il tuo personal branding.

Headline

Lo spazio al di sotto del nome sul tuo profilo LinkedIn, chiamata headline, non deve essere relegata al semplice ruolo di “Job Title”. Sii sintetico e vai dritto al punto rispondendo alle domande: chi sei? Cosa Fai? In cosa sei diverso?

Utilizza questo spazio per dire qualcosa in più del tuo semplice ruolo lavorativo: l’attenzione sui social è infatti una moneta preziosa.

Skills e informazioni personali

Lo spazio contente le informazioni personali, chiamato sommario, deve raccogliere in poche righe la tua storia. Per essere efficace, è necessario che contenga sia spunti di vita personali che dettagli strettamente legati alla professione.

Non utilizzare costrutti preimpostati come “affidabilità, precisione, innovazione, serietà” ecc. Utilizza le parole chiave utili a descrivere i tuoi servizi, ma punta a colpire chi legge con qualità originali legate alla tua professione.

Nelle skills, invece, sii il più dettagliato possibile: non dare per scontato nulla e cerca di inserire tutte le abilità o conoscenze richieste per il tuo ruolo, anche quelle più basilari (es. Microsoft Office).

Amplia il tuo network

Su LinkedIn i contatti sono la risorsa più preziosa. Cerca fra i profili suggeriti più in linea con i tuoi interessi: adocchiali fra colleghi, competitor, esperti di settori differenti e affini al tuo.

Quando decidi di inviare una richiesta di collegamento ad una persona che non conosci direttamente, inserisci sempre una nota. Bastano poche righe in cui ti presenti e spieghi perché vorresti aggiungerlo alla tua rete (es. ciao sono Carlo Romano, web developer freelance, vorrei aggiungerti alla mia rete di contatti in quanto entrambi esperti di C++).

Metti i servizi che offri in evidenza

Su LinkedIn hai anche la possibilità di inserire i servizi offerti in evidenza. Si tratta di un grande vantaggio per i freelance, soprattutto per chi svolge attività molto pratiche come programmazione o grafica.

Sfruttare queste nuova funzionalità permette di far capire subito ai visitatori le tue abilità e perché potresti essere un contatto interessante.

Dimostra le tue skills

Dopo aver inserito le tue skills, il livello successivo è dimostrarle attraverso dei semplici assessment messi a disposizione da LinkedIn gratuitamente.

In questo modo i contatti potenzialmente interessati al tuo profilo e i recruiter potranno avere subito conferma delle tue abilità.

Avere sul tuo profilo dei badge per dimostrare le tue skills lo rende più ricco, serio e professionale.

Richiedi delle referenze

I feedback sono un biglietto da visita fondamentale per ogni freelance: non temere di richiedere ai tuoi colleghi o ai clienti una referenza sul tuo profilo.

Questa sezione è molto sottovalutata, anche se in realtà ha un alto potenziale. Le referenze rappresentano infatti una testimonianza attendibile della qualità del lavoro di un professionista.

Qualora fosse richiesto, ricambia il favore con una referenza o ringrazia con un messaggio.

Condividi contenuti rilevanti

Per essere veramente attrattivo, un profilo LinkedIn deve anche condividere contenuti interessanti e coerenti con la propria attività.

Diventa un piccolo riferimento per la tua nicchia lavorativa creando un tuo stile ed essendo costante con la creazione di contenuti nativi e di qualità.

Invece di condividere link esterni di articoli di settore, preferisci la scrittura di un post con immagini allegate o di un articolo LinkedIn.

Dimostrati attivo con la tua rete, consiglia o commenta i post dei tuoi contatti che ritieni interessanti e sii sempre professionale e educato, anche quando si creano dei dibattiti.

Ritieni che il tuo profilo LinkedIn sia efficace?

In collaborazione con inCOWORK

Catanese di nascita e Milanese d'adozione, ho conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione il giorno del mio compleanno. Social media lover con una passione sfrenata per la musica di De André e i fumetti di Andrea Pazienza. Amo la Sicilia, il mare e il sole.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO