Malto ambrosiano: i locali consigliati in zona sud

Il panorama brassicolo italiano – cioè il campo di ricerca che vede la birra artigianale come oggetto di interesse e investimenti – si è evoluto enormemente negli ultimi anni, soprattutto per quanto riguarda la produzione

, Malto ambrosiano: i locali consigliati in zona sud

bisceglia birre

Il panorama brassicolo italiano – cioè il campo di ricerca che vede la birra artigianale come oggetto di interesse e investimenti – si è evoluto enormemente negli ultimi anni, soprattutto per quanto riguarda la produzione e la distribuzione di birre artigianali. Complice un pubblico sempre più curioso e ricettivo sia alle sperimentazioni che alla qualità dei prodotti più “classici” e una disponibilità di informazioni impensabile fino a un paio di decenni fa, il settore ha raggiunto uno stadio maturo e rinomato a livello internazionale. Milano, polo ricettivo di novità e nuovi trend, confermandosi in quanto melting pot italiano, è sicuramente un punto di riferimento a livello nazionale per la densità di birrerie e birrifici presenti in città e nei dintorni.Tra gli ultimi nati:


I Tri Bagai

(www.itribagai.beer)
Qui, tre giovani appassionati, in una cascina ristrutturata di Assago, producono le loro birre, seguendo la rigida regola bavarese del 1516, che obbliga a produrre esclusivamente con malto, acqua, lievito e luppoli. Per assaggiare le numerose produzioni di TriBagai, ci si deve recare ad Assago o attendere l’apertura del locale in via Spaventa 19. In attesa dell’apertura di questo nuovo locale, ecco quindi alcuni consigli per gli amanti della birra, sempre alla ricerca di gusti particolari o di bevande più beverine, leggere e fresche, ma che si contraddistinguono per la loro qualità e attenzione a ingredienti e metodi di produzione nel sud meneghino.

Belle Alliance
(Via Evangelista Torricelli, 1)
Un classico pub all’inglese in cui sono disponibili ben 29 spine provenienti tra produzioni locali e straniere. Arredi in legno, cibo sostanzioso e, ovviamente, l’imbarazzo della scelta in fatto di birra (oltre alla quale non vi sono molte alternative, essendo un locale per puristi del luppolo). Dalle artigianali italiane a quelle inglesi, passando per Germania e Belgio, le proposte si alternano spesso ed è possibile trovare sempre qualcosa di nuovo da provare grazie ai consigli mirati di chi sta dietro il bancone.

BQ
Si tratta di un brand creato da Paolo Polli (presidente e fondatore dell’Associazione degustatori birra), con un birrificio con sede a Delebio (SO) e molti locali sparsi per la città di Milano, diversi fra loro ma accomunati dalla qualità della selezione di birre artigianali. Vengono servite birre alla spina di produzione propria e una selezione italiana e internazionale varia e curatissima. In zona sud segnaliamo il BQ de Nott (via Bussola 9), un vero e proprio locale notturno (aperto sempre fino alle 4, venerdì e sabato fino alle 6) con musica dal vivo per chi preferisce attardarsi tra un sorso e un hamburger e le svariate sedi su entrambi i Navigli.

Doppio Malto – Fabbrica di Birra
(Via Milano, 5 – Locate di Triulzi) 
Inaugurato il 27 ottobre insieme allo Scalo Milano City Style che lo ospita, farà la felicità degli affezionati milanesi del birrificio Doppio Malto di Erba (Co), realtà pluripremiata a livello italiano e internazionale. Doppio Malto – Fabbrica di Birra è un vero e proprio birrificio a cui è stato unito il fattore ristorante. La particolarità? Una vasta proposta di piatti cucinati direttamente con la birra di produzione propria e la possibilità di degustare le ottime produzioni artigianali di qualità all’interno di uno shopping district. Per i più curiosi è possibile osservare le diverse fasi del processo di produzione della Oak Pils (le altre birre proposte provengono dalla sede principale di Erba).

boccale birra

Ittolittos
(Via Olgiati 25) Se a una bevuta di qualità volete unire una serata con musica dal vivo (amanti del jazz e del rock fatevi avanti), l’Ittolittos è il locale che fa per voi. Atmosfera tipica da pub verace, con banconi in legno e vivaci decorazioni alle pareti (tra cui alcuni cimeli musicali), l’Ittilottos propone una selezione sempre aggiornata e rinnovata di birre alla spina e in bottiglia (in cui il Belgio la fa da padrone e l’Italia presenzia con orgoglio), con un gestore informatissimo su tutta l’offerta. E se questo non bastasse, anche la cucina del locale si fa valere.

Bere buona Birra
(Via Adige 13)
Nella botte piccola c’è il vino buono, e qui si può dire lo stesso per la birra. “Bere buona birra” è un piccolo negozio dove è possibile trovare un’ottima selezione di birre artigianali italiane e straniere con possibilità di consumazione in loco. Il locale è molto semplice, ma l’arredamento essenziale viene compensato dalla cura nella proposta brassicola. La passione del proprietario e una clientela affezionata lo rendono un luogo perfetto per chi vuole farsi una cultura in fatto di birra.

Cambusa 2.0 e Terzo tempo
(Piazzale Tripoli 7 e via Washington 82)
Stessa gestione, proposta molto vasta (e quasi identica) e vista frigo vincente in questi due locali dalle dimensioni limitate ma dalle grandi possibilità. In entrambi a un ambiente disimpegnato e dall’arredo semplice ma confortevole si affianca una vasta selezione di birre italiane, inglesi, tedesche e belghe che possono soddisfare tutti i palati. E se di gola si parla, nel locale di via Washington si possono accompagnare alla degustazione sfiziosi taglieri ma anche biscotti e fette di torta. Perfetto per una serata rilassante o una merenda pomeridiana. Aperti spesso e volentieri durante le feste e sempre pronti ad accogliere chi non può fare a meno di un sorso di ottima birra.

Federica Stefani

(Marzo 2017)

 

Laureata in Scienze dei Beni Culturali, blogger appassionata di cinema e teatro, talentuosa grafica e webmaster, sempre alla ricerca di nuovi stimoli e sfide, forte della sua estrazione umanista veste con grazia e competenza le testate digitali e su carta di Milanosud.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO