Milano 2015: un film-documentario per sei registi

Elio, Roberto Bolle, Silvio Soldini, Walter Veltroni, Cristiana Capotondi e Giorgio Diritti firmano il soggetto di Cristiana Mainardi in un film documentario intitolato Milano 2015. Presentato durante i Venice Days alla 72ma Mostra Internazionale d'arte Cinematogtrafica

Milano_2015Elio, Roberto Bolle, Silvio Soldini, Walter Veltroni, Cristiana Capotondi e Giorgio Diritti firmano il soggetto di Cristiana Mainardi in un film documentario intitolato Milano 2015.

Presentato durante i Venice Days alla 72ma Mostra Internazionale d’arte Cinematogtrafica di Venezia, il progetto riprende il documentario di Ermanno Olmi: Milano ’83. E partendo dal medesimo intento, Milano 2015 mette in scena 6 capitoli (uno per regista), ognuno dei quali ci offre diversi caratteri della nostra contemporaneità che insieme ci permettono di cogliere l’identità della nostra città in un momento particolare della sua storia.

Nel periodo di Expo, Milano è “città spettacolo” per l’Europa e non solo. Nel film documentario lo sviluppo della metropoli procede per livelli/capitoli che incedono verso l’alto. Si parte dal sottosuolo per arrivare su un alto grattacielo. Una lente sulla Milano odierna con richiami al passato, per descriverci le percezioni della città da diversi punti di vista.

Uscita nelle sale: 12 ottobre 2015. In onda su Sky Cinema il 30 ottobre 2015.

A. R.

(Ottobre 2015)

Laureata in Comunicazione politica e sociale, blogger e fotografa d’assalto, aggredisce la cronaca spregiudicatamente e l’html senza alcuna reverenza (e il sito talvolta ne risente), ma con la redazione è uno zuccherino. La sua passione è il popolo.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO