Milanosud/Temasalute Intervista al professor Tedeschi (SIN): «Il farmaco americano contro l’Alzheimer è una svolta, ma non sarà per tutti. Ecco chi potrà utilizzarlo»

Dal blog Temasalute.it Il via libera della Food and Drug Administration statunitense all’anticorpo monoclonale aducanumab contro l’Alzheimer, lo scorso 7 giugno, ha suscitato reazioni contrastanti nella comunità scientifica e acceso la speranza in milioni di pazienti colpiti dalla

Dal blog Temasalute.it
Il via libera della Food and Drug Administration statunitense all’anticorpo monoclonale aducanumab contro l’Alzheimer, lo scorso 7 giugno, ha suscitato reazioni contrastanti nella comunità scientifica e acceso la speranza in milioni di pazienti colpiti dalla malattia dell’oblio e nei loro familiari. Oltre 600mila i malati in Italia e 120mila in Lombardia, un decimo dei quali a Milano. Ma quali prospettive si aprono concretamente con questa novità? Lo abbiamo chiesto al presidente della Società Italiana di Neurologia (SIN) Gioacchino Tedeschi, professore ordinario di Neurologia all’Università Vanvitelli di Napoli.

Per leggere l’intervista al professor Tedeschi, clicca qui.

 

Giornalista professionista dal ’92, ho maturato esperienze multimediali lavorando per la tv (reti Mediaset; Salute e Benessere Tv), la radio (Radio 24-Il Sole 24 Ore) la carta stampata (Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore) e il web (www.sole24ore.com) seguendo i settori sanità e salute. L’altra mia passione è l’arte contemporanea. Oggi ho un mio blog, la nuova voce indipendente www.temasalute.it

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO