Mostre, film, dibattiti e uno spettacolo per ricordare Giovannino Guareschi

In occasione dei 110 anni della nascita e 50 anni dalla morte il Municipio 5 organizza dal 19 al 21 luglio una serie di manifestazioni per ricordare Giovannino Guareschi, giornalista, disegnatore, sceneggiatore e scrittori tra

Guereschi, Mostre, film, dibattiti e uno spettacolo per ricordare Giovannino Guareschi

In occasione dei 110 anni della nascita e 50 anni dalla morte il Municipio 5 organizza dal 19 al 21 luglio una serie di manifestazioni per ricordare Giovannino Guareschi, giornalista, disegnatore, sceneggiatore e scrittori tra i più amati d’Italia (ma anche odiati per il suo anticomunismo viscerale).

stalin-noInternato in un campo militare per non avere aderito alla Repubblica di Salò, nell’immediato dopoguerra contribuì con le sue vignette e slogan alla storica vittoria della Dc nelle elezioni del ‘48  (famosissima la vignetta “Nel segreto della cabina elettorale Dio ti vede, Stalin no”). Monarchico dichiarato diresse dal 1945 al 1967 la rivista satirica “inequivocabilmente di destra” il Candido. Direzione che gli costò 409 giorni di carcere per due episodi. Il primo per vilipendio al Capo dello Stato, che all’epoca era Luigi Einaudi, rappresentato in una vignetta come un ubriacone, mentre passa in rassegna le bottiglie al posto dei corazzieri. Condanna sospesa e poi cumulata con una condanna per diffamazione a mezzo stampa (unico giornalista della storia della Repubblica) nei confronti di Alcide De Gasperi, che accusò in un articolo corredato da lettere, poi rivelatisi false, di avere chiesto agli alleati di bombardare Roma.

camillo pepponeMa la notorietà più ampia in Italia e nel mondo Guareschi la conquistò con la saga Don Camillo e Peppone, le cui pubblicazioni iniziarono subito dopo la guerra, nel 1948, e durarono vent’anni e portarono alla realizzazione di cinque di film di enorme successo.

In occasione delle celebrazioni il Municipio 5 ha avanzato la proposta di intitolare il parco tra le vie Chopin e dei Guarneri.

Le iniziative – mostre fumetti e vignette, rassegna bibliografica, dibattiti, spettacoli e proiezioni – per ricordare Guareschi si svolgeranno alla Serra Lorenzini, alla Biblioteca Chiesa Rossa) e al Micrò. Il programma completo sul sito o sulla pagina Facebook del municipio 5.

Stefano Ferri
(16 luglio 2018)

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO