Il Municipio 5 approva il regolamento, ma il gettone non si tocca!

«Va bene tutto, ma se stiamo a guardare l’orologio!». Potrebbe essere questa una delle giustificazioni con la quali la maggioranza in Municipio 5 ha respinto l’emendamento presentato dal M5S, votato poi da tutta la minoranza

municipio, Il Municipio 5 approva il regolamento, ma il gettone non si tocca!

«Va bene tutto, ma se stiamo a guardare l’orologio!». Potrebbe essere questa una delle giustificazioni con la quali la maggioranza in Municipio 5 ha respinto l’emendamento presentato dal M5S, votato poi da tutta la minoranza in Consiglio, con il quale si chiedeva di approvare un emendamento del “Regolamento di organizzazione e funzionamento del consiglio di Municipio” in cui si chiedeva di riconoscere il gettone di presenza (circa 40 euro lorde) a chi presenzia almeno al 75% del tempo della seduta, e non al 50% come invece era scritto. Niente, la maggioranza non ha avuto dubbi: si vota no!

Ora, non siamo certo tra coloro che pensano che chi fa politica nelle istituzioni non debba essere retribuito, ma proprio perché si tratta di un lavoro per il quale il datore è la comunità dei cittadini, mi pare il minimo che si chieda ai consiglieri di essere presenti in commissione o in consiglio, per più della metà della seduta. Pareva una richiesta giustificata, a meno che non si considerino fughe precipitose o arrivi in grande ritardo come un atto politico o addirittura di libertà di coscienza.

S. F.

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO