Nasce il laboratorio delle streghe verdi

Dopo anni di corsi e di incontri doveva succedere: alcune delle mie allieve, profondamente appassionate di natura e di piante officinali, mi hanno chiesto di rimanere in contatto per creare un gruppo di lavoro permanente.

Dopo anni di corsi e di incontri doveva succedere: alcune delle mie allieve, profondamente appassionate di natura e di piante officinali, mi hanno chiesto di rimanere in contatto per creare un gruppo di lavoro permanente. Ci siamo confrontate, per me è stato un grande piacere ritrovare in altre persone lo stesso entusiasmo e amore per la fitoterapia. E per loro è stato scoprire un mondo e una via. E così è partito questo progetto di collaborazione e di lavoro comune che ha come scopo la raccolta, lo studio, la trasformazione e l’insegnamento di tutto quello che può essere interessante sul tema dell’Erboristeria.

Devo riconoscere che essere un gruppo mi permette di lavorare molto di più ed essere più presente. Infatti abbiamo cominciato a farci conoscere sul territorio alla Festa del Riso in Cascina Basmetto e c’eravamo alla Cascina Campazzo domenica 5 ottobre. Ma non solo. Saremo presenti a Lacchiarella, il 19 ottobre alla Festa dell’Oasi. S

ono felice di annunciare la nascita di questa nostra associazione perché il nostro primo obiettivo sarà quello di divulgare il più possibile la cultura del rispetto per l’ambiente, della cura della salute attraverso rimedi naturali e quindi non chimici, del riportare le tradizioni e il sapere delle nostre nonne ai giovani prima che si perda definitivamente.

Non è piccolo compito e ne siamo consapevoli, ma è la giusta evoluzione di un percorso di studio e di esperienze professionali in questa direzione. Il nostro quartiere e la nostra Zona se ne avvantaggeranno moltissimo.

Riprendiamo a parlare di salute e di erbe con un’indicazione importamte per questo prossimo mese: ci sono i prati pieni di fresche piantine di Tarassaco, pianta molto conosciuta dalla saggezza popolare. Chiamata anche Dente di Leone, ha grandi proprietà curative del fegato e quindi un’ottima azione disintossicante. Dopo un’estate di impegni e di stravizi, concediamoci un po’ di riposo a livello di organi interni, diamo loro modo di ripulirsi profondamente. Non è difficile con il Tarassaco: si possono raccogliere le foglie lanceolate e mischiarle per una buona insalata leggermente amarognola con altre verdure crude oppure preparare una minestra di verdure e inserire questa pianta.

Se poi vogliamo un lavoro più profondo, è bene servirsi delle radici, che possiamo comprare già essiccate in erboristeria.

Il decotto di Tarassaco (mettere l’erba in acqua fredda portare a ebollizione e bollire per 20 minuti) va assunto al mattino a digiuno.

Disintossicare i nostri organi interni ci permetterà di essere più lucidi e più energetici nel nostro inizio di anno lavorativo. Ci garantirà una risposta mentale più rapida, un riposo migliore e una digestione ben attiva.

Ricordatevi infine che qualsiasi cura naturale deve essere seguita per almeno un mese, tutti i giorni. Infatti solo dopo un periodo di questo genere si potranno cominciare a vedere i primi risultati.

Buon inizio e buon autunno.

Paola Grilli
www.paolagrilli.it

Laureata in Comunicazione politica e sociale, blogger e fotografa d’assalto, aggredisce la cronaca spregiudicatamente e l’html senza alcuna reverenza (e il sito talvolta ne risente), ma con la redazione è uno zuccherino. La sua passione è il popolo.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO