Novità: 1000 firme online per le petizioni al Comune di Milano sulla piattaforma Milano Partecipa

MilanoPartecipa  è la piattaforma digitale del Comune di Milano per la partecipazione dei cittadini alla vita democratica del Comune di Milano. Da  giovedì 8 giugno è online sulla piattaforma  il nuovissimo strumento ufficiale per le

MilanoPartecipa  è la piattaforma digitale del Comune di Milano per la partecipazione dei cittadini alla vita democratica del Comune di Milano. Da  giovedì 8 giugno è online sulla piattaforma  il nuovissimo strumento ufficiale per le Petizioni. I vantaggi sono importanti: diritto di partecipazione  di tutti i cittadini residenti e city user (dai sedici anni in su), garanzia dell’identità di chi presenta la petizione e di chi firma grazie all’autenticazione Spid, raccolta delle petizioni in un unico contenitore , risposta assicurata da parte dell’ente pubblico una volta raggiunte le mille firme.

 Qui lo Statuto e il Regolamento di Partecipazione del Comune di Milano e dei Patti di Partecipazione dei singoli processi.

I processi di partecipazione

I processi di partecipazione attivati sulla piattaforma MilanoPartecipa  comprendono sia gli istituti regolati dallo Statuto, come Referendum e Petizioni, sia le Consultazioni, il Bilancio Partecipativo, la raccolta di osservazioni o di proposte. Sono iniziative sperimentali di partecipazione civica, condotte nel tempo dall’Amministrazione comunale, anche grazie alla collaborazione con Università, associazioni e gruppi di cittadini attivi.

Per partecipare ai processi attivi sulla piattaforma Milano Partecipa è necessario accedere con la propria Identità Digitale SPID o, se minorenni, con le credenziali valide per l’identificazione forte sul portale del Comune di Milano. L’identità dei partecipanti è tutelata da un nickname.

1000 firme per le petizioni online

Cittadini residenti e city user possono da giovedì 8 giugno avviare una petizione rivolta al Comune di Milano, raccogliere online sulla  piattaforma MilanoPartecipa le 1000 firme necessarie e ottenere una risposta in tempi certi dagli organi competenti. È un ulteriore canale di confronto pubblico, trasparente e smart tra amministrazione e cittadini che rende la piattaforma sempre più completa.

Lo ha annunciato l’assessore alla Partecipazione, Cittadinanza Attiva e Open Data del Comune di Milano, Lorenzo Lipparini. “Con questo strumento il Comune di Milano si è arricchito di una  nuova funzionalità basata su SPID, lo standard nazionale di identità digitale. È una soluzione open source che usa Decidim, lo stesso software per la partecipazione di Barcellona e della Commissione europea, scelto anche dal Governo italiano per le consultazioni nazionali e pronto al riuso per dare strumenti alla democrazia digitale, come indicato nell’ultima legge di bilancio.

Per accedere alla piattaforma è necessario avere una Identità Digitale (ID) SPID oppure un Profilo Completo registrato sul Portale del Comune di Milano.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO