Obbligo Patentino “Cane Speciale”: info e iscrizioni alle prime tre sessioni del corso

Nei parchi pubblici o nelle strade sarà capitato a non pochi  di vedere  scorrazzare liberi dal guinzaglio cani  "speciali",  e alla richiesta educata al proprietario di mettere il guinzaglio, sentirsi rispondere piccati "ma il mio

Nei parchi pubblici o nelle strade sarà capitato a non pochi  di vedere  scorrazzare liberi dal guinzaglio cani  “speciali”,  e alla richiesta educata al proprietario di mettere il guinzaglio, sentirsi rispondere piccati “ma il mio cane non fa nulla!” oppure “il mio cane mi ubbidisce!” No, non sarà più cosi!

Il cane, unico animale diventato nel corso della storia un vero amico dell’uomo, ha tuttavia preservato nella sua indole l’istinto di assalire o mordere per difesa o per paura. È una proprietà di tutte le razze canine, di qualunque taglia siano. Nel tempo alcune di queste razze sono state selezionate, diciamo anche “costruite”, dall’uomo proprio per esaltare al massimo tale istinto. Per esempio aumentando la prestanza fisica, la potenza di morso o la  tendenza all’aggressività  vuoi per difesa personale o della proprietà,  per aggressione, per custodia delle greggi e purtroppo anche per le crudelissime  gare tra cani. Ebbene questi “cani speciali” hanno di speciale l’esaltazione di tale istinto portato al massimo livello. Se ben educati e sotto controllo non sono pericolosi: difatti gli allevatori hanno fatto una fortissima campagna per eliminare  l’etichetta  di “razze pericolose”. 

La responsabilità di ogni cane, speciale o meno, ricade sul suo proprietario o sul suo detentore che deve “educare” il proprio compagno di vita, deve conoscerne le regole per una piacevole convivenza tra cani e tra cani e persone conducendolo nell’ambiente complesso come quello cittadino, ed essere consapevole delle sue responsabilità.

Per questo motivo l’Amministrazione ha reso obbligatorio, come passo iniziale, il conseguimento di un patentino per i proprietari di 27 razze canine – e loro incroci – considerate di più difficile gestione sulla base di criteri quali prestanza fisica, potenza di morso, tendenza all’aggressività in assenza di educazione. A questo scopo, è stato creato un percorso formativo ad hoc, denominato “Patentino Cane Speciale”, per evidenziare che la formazione proposta tiene conto delle qualità particolari di quelle razze, da non sottovalutare. Si tratta quindi di un patentino per proprietari di razze “potenzialmente pericolose, se non gestite in modo corretto”.

Le razze canine “speciali”con obbligo di patentino

Stiamo parlando di cani che, per la loro mole e conformazione fisica, quando aggrediscono e mordono possono provocare danni gravi, finanche la morte dell’altro animale o della persona aggrediti. Il problema non è la frequenza di morso/attacco ma la pericolosità associata alla forza di questi cani. Si tratta, dunque, di cani che, per essere ben gestiti, devono essere educati fin dalle prime fasi di vita e il loro proprietario deve essere preparato. Quando non lo è, si spaventa di fronte alle reazioni del suo animale, si rende conto di non saperlo controllare e allora preferisce “disfarsene”. Una buona parte dei cani presenti nel Parco Canile di Milano appartiene proprio a razze potenzialmente aggressive. Questi cani richiedono un intenso e lungo lavoro di recupero comportamentale per diventare di nuovo adottabili.

La loro proprietà comporta l’obbligo di conseguire il “Patentino cane speciale”(come da Allegato 2 del Regolamento Benessere e la Tutela degli Animali del Comune di Milano): American Bulldog; Cane da pastore di Charplanina; Cane da pastore dell’Anatolia; Cane da pastore dell’Asia centrale; Cane da pastore del Caucaso; Cane da pastore Maremmano Abruzzese; Cane da Serra da Estreilla; Dogo Argentino; Fila braziliero; Perro da canapo majoero; Perro da presa canarino; Perro da presa Mallorquin; Pit bull; Pit bull mastiff; Pit bull terrier; Rafeiro do alentejo; Rottweiler; Rhodesian Ridgeback; Tosa inu; American Staffordshire Terrier; Bandog + Molossoidi di grande taglia non iscritti ai libri genealogici ENCI-FCI; Bull terrier; Boerboel; Cane Corso; Cane lupo Cecoslovacco; Cane lupo di Saarloos; Cane lupo Italiano.

Gli appuntamenti e il programma  per l’anno 2020

Il corso è gratuito, si tiene presso l’Acquario Civico di viale Gadio, 2– Sala Vitman e l’attigua area cani per la mattinata di formazione pratica, con due lezioni: teorica il sabato: h 9.00/19.00 e pratica domenica: h 9.00/13.00. Al termine è rilasciato il “Patentino Cane Speciale”, previo superamento del test finale. Max 40 posti per corso con precedenza si residenti nel Comune di Milano proprietari di un cane appartenente alle razze e relativi incroci indicati nell’Allegato 2 del Regolamento Benessere e la Tutela degli Animali del Comune di Milano.  Il corso è organizzato dal Comune di Milano in collaborazione con il Dipartimento Veterinario dell’ATS Città Metropolitana di Milano e l’Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Milano .

1° Modulo.  24 /25 ottobre 2020 Iscrizione  entro 21 ottobre. 
2° Modulo. 21/22 novembre 2020 Iscrizione  entro 17 novembre.
3° Modulo.  12/13 dicembre 2020 Iscrizione  entro 04 dicembre. 

Sponsor dell’iniziativa è  Coop Lombardia, già sponsor del Comune di Milano con il progetto “Alimenta l’amore”, che grazie alla sua  collaborazione organizzativa che ha consentito la gratuità dei corsi  2020.

Programma e temi del corso

Parte teorica (circa 10 h):
8.30 – 9.00: Conferma presenza/Saluti delle autorità;
9.00 – 9.45: Il cane, animale sociale: il comportamento normale (veterinario comportamentalista o formato);
9.45 – 10.30: Lo sviluppo comportamentale: le fasi della vita (veterinario comportamentalista o formato); 10.30 – 11.15: Come accogliere il cucciolo (veterinario comportamentalista o formato);
11.15 – 11.45: La salute del cucciolo (medico veterinario)
11.45 – 12.30: La comunicazione nel cane (veterinario comportamentalista o formato)
12.30 – 13: Domande del pubblico.
14.00 – 14.45: Come garantire il benessere del cane (veterinario comportamentalista o formato)
14.45 – 15.30: L’aggressività canina (veterinario comportamentalista o formato);
15.30 – 16.15: I principali problemi comportamentali del cane (veterinario comportamentalista o formato);
16.15 – 17.00: Adottare un cane dal canile (veterinario comportamentalista o formato);
17.00 – 17.45: La convivenza di cani e bambini (veterinario comportamentalista o formato)
17.45 – 18.15: Cani e proprietari buoni cittadini (medico veterinario università);
18.15 – 18.45: Test finale e domande

Parte pratica (4 ore) (si alterneranno tre scuole cinofile)
8.30 – 9.00: conferma presenza,
9.00 – 13.00: Come impara il cane (premio e punizione). I sistemi di contenimento: guinzagli, pettorina, museruola, ecc. Il controllo del cane in ambiente urbano (strade affollate, luoghi pubblici, mezzi pubblici, ristoranti, ecc). Il cane nell’area cani (parchi e aree destinate)
13.00 – 13.30: consegna Patentino Cane Speciale

Info e iscrizioni

Scarica il modulo per partecipare al corso formativo per il rilascio del “Patentino Cane Speciale”.

Scarica la locandina Patentino Cane speciale 

Patentino “Cane Speciale”: dettagli

Comune di Milano  o ATS Città Metropolitana di Milano.   Email: dvmilanonord@ats-milano.it e dvmilanosud@ats-milano.it   m.ufficiotutelaanimali@comune.milano.it

 

page2image1342783840

 

Giornalista per caso… dal 1992, per una congenita passione per la fotografia. Dalle foto ai testi il passo è breve: da riviste di viaggio e sportive ai più quotati femminili e quotidiani nazionali sui temi del mondo del lavoro. Ho progettato e gestito newsletter di palestre e centri fitness. Ora faccio parte degli intrepidi inviati di Milanosud.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO