Occupato l’edificio in via Sant’Abbondio. I ragazzi dello Zam tornano in periferia

Zam - Zona Autonoma Milano - non si arrende. Venerdì 3 ottobre, nel tardo pomeriggio, i ragazzi del collettivo sono tornati a occupare. Dopo l’ultimo sgombero dallo Spazio Forma, avvenuto  appena una settimana prima, hanno

, Occupato l’edificio in via Sant’Abbondio. I ragazzi dello Zam tornano in periferia

ZamSant'AbbondioZam – Zona Autonoma Milano – non si arrende. Venerdì 3 ottobre, nel tardo pomeriggio, i ragazzi del collettivo sono tornati a occupare. Dopo l’ultimo sgombero dallo Spazio Forma, avvenuto  appena una settimana prima, hanno scelto la loro nuova sede: l’ex comando di zona della Polizia locale in via Sant’ Abbondio 10, in stato di abbandono da luglio 2010. L’immobile, ex proprietà comunale, era stato inserito dalla Giunta Moratti nel Fondo Immobiliare Milano 2, ceduto a Bnp Paribas per coprire i buchi di bilancio.

Con questa occupazione i ragazzi ritornano in periferia. Tutto è cominciato nello spazio di via Olgiati 3 anni fa. «Abbiamo fatto un grande lavoro all’interno del quartiere», dice Martina, attiva nella Rete Studenti Milano, un coordinamento di collettivi delle scuole superiori della città, che collabora con lo Zam. Dopo l’esperienza in via Olgiati, conclusasi con lo sgombero, il collettivo è approdato in via S. Croce, dove è stato possibile ampliare i progetti coinvolgendo più di 20 scuole, tra cui gli istituti di via Dini.

ZamSant'Abbondio2A maggio di quest’anno il Comune, poiché l’edificio era stato valutato dai tecnici pericolante, li ha privati della loro sede. Rimasti senza un punto di riferimento, dopo la pausa estiva e la breve esperienza allo Spazio Forma, hanno ora intenzione di stabilizzarsi in via Sant’Abbondio, per riprendere e ampliare le attività, coinvolgendo il quartiere. «Vogliamo tornare a lavorare nei quartieri periferici, portando avanti tematiche come l’antifascismo, riqualificare questo posto, abbandonato da anni, ridare vita a questa zona di Milano», continua Martina. Come? «Attraverso i nostri progetti e la politica dal basso. Vogliamo che questo diventi un luogo aperto a tutti. A noi non sta bene questa città vetrina, città di Expo» (Guarda il video dell’intervista completa). Il collettivo ha già iniziato a pulire l’ex sede della Polizia Locale e intende riproporre le attività ricreative, di cui avevamo già parlato nel numero di maggio, e politiche come l’antifascismo e la riforma della scuola, a loro molto cara in quanto studenti.

Saranno sgomberati di nuovo? La vicesindaco Ada Lucia De Cesaris, interpellata, ha dichiarato: «Per partire con lo sgombero è necessaria la denuncia da parte della proprietà. Valuteremo comunque il caso con le forze dell’ordine».

De Melis, Paci, Rubagotti

Laureata in Comunicazione politica e sociale, blogger e fotografa d’assalto, aggredisce la cronaca spregiudicatamente e l’html senza alcuna reverenza (e il sito talvolta ne risente), ma con la redazione è uno zuccherino. La sua passione è il popolo.

Recensioni
1 COMMENTO
  • Avatar
    elisabetta 29 Maggio 2015

    buongiorno, non so se l’avete notato ma da qualche giorno nel complesso occupato dallo ZAM, sono presenti tende da campeggio in grandi quantità e bagni chimici…sinceramente la cosa mi preoccupa un po’

SCRIVI UN COMMENTO