Parco della Valle del Lambro, 23 appuntamenti per scoprirlo

“Dentro il Parco” con ben 23 appuntamenti domenicali gratuiti, dal 27 febbraio al 25 settembre, alla scoperta degli oltre 8 mila ettari di boschi, prati, laghi, fiume, campagne e monumenti della Valle del Lambro. È

“Dentro il Parco” con ben 23 appuntamenti domenicali gratuiti, dal 27 febbraio al 25 settembre, alla scoperta degli oltre 8 mila ettari di boschi, prati, laghi, fiume, campagne e monumenti della Valle del Lambro. È la proposta delle Guardie Ecologiche Volontarie dell’area protetta che si estende dai laghi di Pusiano e Alserio fino alla Villa Reale di Monza e che, fondata nel 1983, l’anno prossimo festeggerà i suoi quarant’anni.

Seguendo l’arco della stagione, le Gev invitano alla scoperta di animali, colori, testimonianze del passato: la prima uscita (27 febbraio), per esempio, sarà dedicata a «Ville storiche, mulini e filande nel tratto triuggese del Lambro» e permetterà di ammirare «splendide ville patrizie nel tratto tra Canonica e ponte Albiate, i Mulini, le Filande e splendidi esempi dell’architettura industriale di queste terre, come lo storico “Mulino Bassi” di Sovico. Durante il cammino sarà possibile scoprire le meraviglie della flora primaverile che punteggia il sentiero “Roggia del Principe”».

Il 13 marzo, quando la primavera avrà già fatto capolino, ecco la seconda uscita, con inizio a Canonica al Lambro, proprio per andare a vedere le prime fioriture. In programma anche escursioni in bici nel Parco di Monza e in barca sul lago di Pusiano, la scoperta dell’orrido di Inverigo; tra aprile e maggio nel bosco si ascolteranno i rapaci notturni, mentre tra maggio e giugno sono in programma le serate con le lucciole.

Per tutte le uscite sono necessarie green pass e l’iscrizione online al sito del Parco: www.parcovallelambro.it

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO