Parte “Biblio express”, i bibliotecari del Comune diventano rider della cultura e consegnano a casa i libri in prestito

Anzitutto "biblio EXPRESS" è un servizio dedicato agli over 70 e a chi è costretto in casa per motivi di salute.  Telefonando o inviando una mail alla propria biblioteca possono richiedere libri, audiolibri, film o cd

Anzitutto “biblio EXPRESS” è un servizio dedicato agli over 70 e a chi è costretto in casa per motivi di salute.  Telefonando o inviando una mail alla propria biblioteca possono richiedere libri, audiolibri, film o cd musicali da ricevere a casa, a un orario concordato.

Da giovedì 3 dicembre tanti bibliotecari volontari delle Biblioteche del Comune di Milano consegneranno, chi a piedi, con i mezzi pubblici, con un furgone oppure con una delle tre cargobike a disposizione, a casa i libri chiesti in prestito ai cittadini over 70 e a coloro che, a causa dell’epidemia Covid-19 o altre condizioni di salute, non possono uscire di casa o è raccomandabile che non lo facciano.

Sono stati già 235 gli utenti che hanno ricevuto a casa libri, film e altro materiale già prenotati, rimasti nelle biblioteche a causa della chiusura determinata dall’ultimo Dpcm del 3 novembre scorso.

Inoltre anche nove operatori della rete sociale Ugo, attiva a Milano per affiancamento e supporto alle persone anziane o in condizione di fragilità, saranno a disposizione delle biblioteche sino al 31 gennaio 2021 per assicurare il prestito a domicilio. Alcuni di questi “riders della lettura” saranno selezionati fra gli ospiti della Casa di accoglienza Enzo Jannacci, e specificamente formati per svolgere l’attività di consegna. Ciò attribuisce al servizio un valore sociale ulteriore perché favorisce quei percorsi di orientamento e di uscita dalle situazioni di marginalità che accompagnano e integrano l’ospitalità offerta dalla Casa.

• Dal 7 dicembre per i cittadini che possono muoversi è prevista l’attivazione di un servizio di ritiro dei libri prenotati presso alcune librerie del circuito LIM (Librerie indipendenti Milano) e in 36 edicole associate a SNAG (Sindacato nazionale autonomo giornalai). Occorre collegarsi al portale del Sistema Bibliotecario di Milano e prenotare dal catalogo online le opere a cui si è interessati, scegliendo contestualmente l’edicola o la libreria in cui ritirarle.L’elenco delle sedi di ritiro sarà aggiornato in tempo reale.

Questo servizio andrà avanti in via sperimentale fino al 31 gennaio 2021. Con la speranza di mantenerlo attivo in quei quartieri della città che non hanno una biblioteca nelle immediate vicinanze, ampliando la rete dei “punti prestito” e offrendo un servizio di maggiore prossimità territoriale.

Leggi anche: https://www.milanosud.it/zone-rosse-se-le-librerie-sono-aperte-in-quanto-vendono-beni-essenziali-perche-le-biblioteche-comunali-chiuse/

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO