Per la giornata della memoria. Il genocidio armeno: una testimonianza diretta (1915-1918)

Il 26 gennaio 2023 alle ore 18 presso la Biblioteca Chiesa Rossa sarà presentato il libro di Rafael de Nogales Méndez, Quattro anni sotto la Mezzaluna. È uno dei rari resoconti pervenutoci da un testimone del

Il 26 gennaio 2023 alle ore 18 presso la Biblioteca Chiesa Rossa sarà presentato il libro di Rafael de Nogales Méndez, Quattro anni sotto la Mezzaluna. È uno dei rari resoconti pervenutoci da un testimone del genocidio armeno, il primo genocidio del XX secolo, avvenuto tra il 1914 e il 1916 a opera del governo turco.

Rafael de Nogales Méndez (1877-1937), venezuelano, soldato di ventura in Europa e Turchia durante la prima guerra mondiale, fu una sorta di “Lawrence d’Arabia” ante-litteram.  Nel 1926 ha riportato la sua testimonianza nel libro “Four Years Beneath the Crescent”, finalmente tradotto in lingua italiana con il titolo “Quattro anni sotto la Mezzaluna” (Guerini e Associati, Milano 2022) da Fabrizio Pesoli, che ne ha anche curato la prima edizione.

All”incontro organizzato dal Centro Comunitario Puecher e moderato da Bruno Contardi, parleranno oltre a Fabrizio Pesoli (autore di  Milano Multietnica), Pietro Kuciukian, console onorario della Repubblica di Armenia e,  in collegamento, Simone Zoppellaro, giornalista e ricercatore. 

Rafael de Nogales Méndez

Tra i pochi resoconti di fonte diretta sul Genocidio Armeno, Quattro anni sotto la Mezzaluna è la testimonianza di una voce singolare. “Non è un eroe a tutto tondo, questo Rafael de Nogales, venezuelano di origine basca nato nel 1877, della razza degli avventurieri sudamericani di cui tante volte abbiamo letto le gesta (ma anche dei loro emuli europei, si pensi al nostro Garibaldi…): è anzi un personaggio che oggi sembra piuttosto fuori moda, un uomo d’armi che si presenta – e ci tiene – con tutte le caratteristiche del «cavaliere di ventura». Infatti, dopo aver partecipato poco più che ventenne – nelle file dell’esercito spagnolo – alla guerra ispano-americana per Cuba e aver tentato inutilmente di suscitare rivolte nel suo paese natio, il giovane de Nogales decide di andare là dove potrà provare le forti emozioni guerresche a cui aspira: e perciò attraversa l’Atlantico per offrirsi come combattente di larga esperienza al miglior offerente”.  Dalla prefazione di Antonia Arslan

Durante la Grande Guerra, de Nogales, si arruola nell’esercito ottomano. Cristiano non simpatizzante degli armeni, osserva fatti e persone con lo stupore dello straniero in terra straniera e il distacco del militare di professione. Dalle lotte di potere dei «Giovani Turchi» al tragico assedio di Van, dalla Gerusalemme flagellata dal tifo alle battaglie di Gaza, le sue pagine narrano un conflitto che cambierà per sempre il volto del Medio Oriente. Diario di guerra e di viaggio insieme, quest’opera finora inedita in italiano è anche un eccezionale documento sull’Anatolia, la Mesopotamia e la Palestina quali erano tra il 1915 e il 1918. Il racconto ricco di pathos di un «cavaliere errante» del XX secolo, che più d’uno ha paragonato a Lawrence d’Arabia.

Ricercatore di Giusti

Pietro Kuciukian, medico e saggista, nipote di un sopravvissuto al genocidio armeno (il nonno  riuscì a far fuggire suo padre da Costantinopoli a Venezia nel 1915 per salvarlo dal genocidio degli armeni perpetrato dal governo turco), è un ricercatore di giusti e salvatori, più che di vittime e carnefici, con il fine di  onorarli attraverso la loro memoria e la riconciliazione tra i popoli. Con Gabriele Nissim ha fondato  il “Comitato dei Giusti per gli Armeni: la Memoria è il Futuro” e   “Gariwo, la foresta dei Giusti” . Nel 2003 nel Giardino dei Giusti di tutto il mondo di Milano, al Montestella, gli è stato dedicato un albero e un cippo per la sua attività di ricerca dei Giusti per gli armeni e nel 2007 è stato nominato Console Onorario della Repubblica di Armenia in Italia. Tra i suoi saggi ricordiamo:  I disobbedienti. Viaggio tra i giusti ottomani del genocidio armeno, Guerini, Milano 2016. E Voci nel deserto. Giusti e testimoni per gli armeni, Guerini, Milano 2000

Le storie dei giusti

Il podcast che racconta le figure esemplari onorate al Giardino dei Giusti di Milano, prodotto dalla Fondazione Gariwo e giunto alla seconda edizione, si può ascoltare cliccando qui.

 

 

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO