Petizione del Quartiere Torretta. Raccolte 475 firme per rendere più frequenti i passaggi della 71

Qui, tra via Donna Prassede e via Jan Palach, è l’unico mezzo Atm che gira. Quest’estate il bus ha allungato il percorso e rallentato i passaggi. Ecco il motivo della protesta dei cittadini: «Le attese

Qui, tra via Donna Prassede e via Jan Palach, è l’unico mezzo Atm che gira. Quest’estate il bus ha allungato il percorso e rallentato i passaggi. Ecco il motivo della protesta dei cittadini: «Le attese della 71 sono lunghe, e la gente di sera ha paura, passano i rom… – dice senza troppo tergiversare Viviana Meroni, e aggiunge – pensi che per arrivare al San Paolo ormai si fa prima a piedi…». Così è nata l’idea della petizione all’Atm. E la signora Meroni è una dei cittadini più attivi nella raccolta firme.

firma

La loro richiesta è semplice: incrementare le corse della 71, rallentate da quest’estate dopo la soppressione della 59, il cui percorso è stato coperto fino all’estrema periferia sud dall’unico mezzo che collega i residenti di questi quartieri col resto della città. Il guaio è che i mezzi adesso arrivano ogni 18 minuti, che diventano anche 20 nelle ore di punta, al posto dei 9 di prima. «La raccolta è stata da poco ultimata, abbiamo protocollato 475 firme!», dice con soddisfazione Viviana. Certo quando il problema è reale, l’adesione è garantita.

In questa loro protesta i cittadini hanno chiesto aiuto al CdZ5 e il presidente Ugliano ha sollecitato una risposta da parte dell’assessorato alla Mobilità e Trasporti sulle possibili soluzioni a un problema che ha peggiorato la vita a così tante persone. Per gli abitanti di questa zona (molti dei quali anziani), chiusi tra il Lambro Meridionale, il Naviglio Pavese e la tangenziale, avere il bus in orario è una questione vitale.
Ora non gli resta che attendere. Con fiducia.

Giovanna Tettamanzi

(Marzo 2016)

Laureata in Scienze dei Beni Culturali, blogger appassionata di cinema e teatro, talentuosa grafica e webmaster, sempre alla ricerca di nuovi stimoli e sfide, forte della sua estrazione umanista veste con grazia e competenza le testate digitali e su carta di Milanosud.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO