Presidenze dei municipi: prime autocandidature nelle zone 5 e 6

La corsa per i futuri municipi cittadini è iniziata nella più grande incertezza, ma con le prime significative autocandidature. In attesa da una parte che il Consiglio comunale approvi entro fine gennaio i regolamenti che

La corsa per i futuri municipi cittadini è iniziata nella più grande incertezza, ma con le prime significative autocandidature. In attesa da una parte che il Consiglio comunale approvi entro fine gennaio i regolamenti che determineranno funzioni, risorse e modalità di elezione dei municipi e dall’altra che i candidati sindaci di Centrosinistra e Centrodestra si palesino, si sono fatti avanti i primi candidati. Nelle Zone 5 e 6, dove i presidenti uscenti del Centrosinistra Aldo Ugliano e Gabriele Rabaiotti hanno deciso di lasciare, ci sono state le prime autocandidature. Per il futuro Municipio 5 Enea Moscon, consigliere uscente del Pd di area renziana che appoggia Beppe Sala e Natale Carapellese, coordinatore Pd di zona, si contendono la candidatura.

Per il Municipio 6 si sono proposti ufficialmente il piddino David Gentili, consigliere comunale da sempre in prima fila nella lotta per la legalità, sostenitore di Majorino alle primarie, e il compagno di partito Costanzo Ariazzi, ex consigliere provinciale.

Per tutti sarà la segreteria cittadina del Pd a decidere, presumibilmente dopo le primarie del 7 febbraio, quali saranno i candidati nei due municipi. Decisione che dovrà anche tenere conto delle ambizioni degli altri partiti e movimenti della coalizione e dell’equilibrio tra le correnti del Pd. Diverso il discorso per il Municipio 4, dove la presidente Loredana Bigatti si ricandida.

Per il Centrodestra nessuna candidatura o autocandidatura è stata finora avanzata ufficialmente nelle zone 4, 5 e 6. I giochi appaiono tutti legati alla scelta del candidato sindaco, che si compirà a livello nazionale. Per quanto riguarda la lista civica guidata dall’ex ministro e Ad di Banca Intesa Corrado Passera, è al momento concentrata sulla definizione del programma e comunque appare difficile possa esprimere dei candidati presidenti per i municipi.

Più avanti invece il M5S: scelto il candidato sindaco nella persona di Patrizia Bedori, è in queste settimane concentrato sulla definizione delle liste per il Consiglio comunale e, per il momento, a proposito dei candidati ai futuri municipi non ha fatto alcun nome, né sono state rese note le modalità di individuazione dei candidati.

Stefano Ferri

(gennaio 2016)

 

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO