Pronto il bando che premia l’animazione territoriale dei comitati inquilini delle case popolari del Comune di Milano.

 MM e il Comune di Milano intendono supportare e aumentare l’offerta di attività di animazione territoriale e di microservizi collaborativi all’interno delle case popolari di proprietà del Comune di Milano; rafforzare la presenza e il

 MM e il Comune di Milano intendono supportare e aumentare l’offerta di attività di animazione territoriale e di microservizi collaborativi all’interno delle case popolari di proprietà del Comune di Milano; rafforzare la presenza e il funzionamento dei Comitati Inquilini, che in questi quartieri svolgono un lavoro prezioso per la qualità della vita e l’inclusione sociale, oltre ad incentivare la nascita di nuovi Comitati Inquilini.

Con questo obiettivo viene pubblicato il bando  Casecittà (1° Edizione), rivolto appunto ai comitati inquilini e alle autogestioni, volto a sostenere economicamente, mediante l’assegnazione di un premio una tantum, le migliori iniziative che coinvolgano gli abitanti delle case popolari nella cura del proprio quartiere e del contesto ambientale e sociale in cui abitano, per renderlo più aperto e accogliente, che dovranno svolgersi entro il 31 dicembre 2021.

Il bando, che fa parte del programma #Estatepopolare (bit.ly/estatepopolare )comprensivo delle modalità di partecipazione, si trova sul sito istituzionale di MM, che gestisce le case popolari per conto del Comune. Rimarrà aperto fino all’esaurimento delle risorse disponibili, e comunque non oltre il 31 marzo dell’anno prossimo.

“Da qualche anno ormai – interviene l’assessore alle Politiche sociali e abitative Gabriele Rabaiotti – girando per le nostre case, incontro inquilini animati dalla voglia di superare la situazione non sempre facile in cui vivono, desiderosi di rendere più belle le case e i cortili che abitano, attenti a chi, tra loro, si trova in una situazione di bisogno. Sono persone attente, determinate, pazienti che lavorano in silenzio per costruire una città più accogliente e più giusta. Anche grazie a loro i quartieri popolari di Milano rappresentano luoghi di cambiamento e di speranza. Per questo abbiamo cercato di sostenere il loro sforzo e di premiarli per quanto hanno fatto e faranno. Il loro impegno deve essere riconosciuto dall’Amministrazione e dall’intera città“.

Il contributo e i progetti
Con un plafond complessivo di 100mila euro a disposizione, i vincitori avranno diritto a un contributo fino ad un massimo di 10mila euro a progetto. Le proposte potranno riguardare, per fare alcuni esempi, la valorizzazione degli spazi condivisi e delle aree comuni (cortili, androni, aiuole) con scambi, incontri, rassegne musicali, cinematografiche, teatrali e di altre arti, la nascita di reti di vicinato, attraverso pranzi e cene comuni, spese a domicilio, visite alle persone sole, servizi di babysitting e di doposcuola, attività formative e di sensibilizzazione sul consumo consapevole, sull’educazione sanitaria, sul risparmio energetico. I progetti verranno selezionati da una Commissione valutatrice mista composta da tre membri nominati congiuntamente da MM e dal Comune di Milano.

A chi si rivolge il bando
Il bando si rivolge ai comitati inquilini e alle autogestioni e associazioni formalmente costituiti, dotati di codice fiscale, da soli o in rete con altri soggetti del Terzo settore. Possono partecipare anche comitati non ancora costituiti formalmente all’atto della candidatura, ma solo se intendano assumere l’impegno di costituirsi – in caso di aggiudicazione del premio – entro la data di attivazione del progetto vincitore. In caso contrario, non avranno diritto all’assegnazione.

Dove scaricare tutta la documentazione
Casecittà (avviso del 4 agosto 2020, 1° edizione): premio a sostegno delle iniziative promosse dai comitati inquilini

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO