Sciopero della scuola: le ragioni dell’adesione della Media Pertini

Situazione critica alla Media Pertini: manca all'appello un terzo del personale docente. I professori si mobilitano e aderiscono allo sciopero della scuola chiedendo alle istituzioni scolastiche di fare la loro parte

Iniziata da soli 10 giorni, la scuola si appresta ad affrontare due giorni di protesta, indetti dai sindacati autonomi. Il 24 e 25 settembre il Miur ha comunicato che le lezioni non saranno assicurate, ma questo lo si può considerare un eufemismo. Perché le lezioni, di fatto, sono iniziate solo in parte e a singhiozzo.

Una situazione che si presenta particolarmente critica alla Media Pertini che ci ha fatto sapere che attualmente nella scuola mancano 22 professori sui circa 60 previsti in organico; una carenza importante che, a causa delle nuove direttive che non consentono ai dirigenti scolastici, nell’attesa della formazione delle graduatorie da parte del Provveditorato, di chiamare in autonomia dei supplenti, non può essere neppure “tamponata”, come avveniva fino all’anno scorso. Un quadro già critico, che aggravato dalla necessità di far rispettare le norme di sicurezza covid, sta costringendo la Pertini ad adottare orari ridotti e a fare i salti mortali per coprire i buchi; ritrovandosi quasi giornalmente a contattare le famiglie, per evitare che gli studenti si ritrovino in classe senza insegnanti, non essendo (per ovvi motivi di sicurezza sanitaria) più possibile raggruppare le classi.

«Abbiamo fatto di tutto per aprire la scuola in sicurezza per il 14 settembre – denunciano i Professori  -, ma a distanza di due settimane  la scuola è ancora sprovvista dal personale docente necessario per garantire lo svolgimento delle lezioni e la gestione in sicurezza degli alunni. E i tempi necessari per coprire i vuoti di organico appaiono ancora incerti e di certo non di breve soluzione. Aderendo  allo sciopero vogliamo dire dire a tutti che noi il nostro dovere lo abbiamo fatto, ora chiediamo con forza che lo facciano anche gli altri».

Reporting specialist di una multinazionale di giorno, al calar delle prime ombre della sera si dedica alla sua vera passione ed indossati i panni di aspirante giornalista e scrittore si aggira per gli anfratti della Milano Sud in cerca di notizie e spunti per un nuovo racconto…..

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO