Charlot

I “senza fissa dimora”. Ora li chiamano così, in una città sempre più allergica a chi rovina la sua immagine e sempre più intollerante verso gli emarginati. Una volta si chiamavano “barboni”. Eppure, quei “barboni” che oggi danno tanto fastidio ai custodi della decenza, fanno da

LEGGI