enea moscon

A quasi 8 mesi dalla presentazione del ricorso che chiedeva al Tar di verificare l’esito del voto del giugno scorso, che aveva portato all’elezione di Alessandro Bramati alla presidenza del Municipio 5, il candidato alla presidenza del Centrosinistra, Enea Moscon, rinuncia e si dimette da

LEGGI

Prima sentenza in merito ai ricorsi per le elezioni al Municipio 4 e 5. La terza sezione del Tar di Lombardia oggi, 14 dicembre, ha dichiarato inammissibile il ricorso contro la proclamazione degli eletti al Municipio 4, presentato dagli avvocati di Loredana Bigatti (nella foto

LEGGI

Colpo di scena nell'udienza di oggi, 13 dicembre, alla III sezione del Tribunale di Milano: le strade dei ricorsi di Loredana Bigatti ed Enea Moscon (nella foto a sinistra) si dividono. Il collegio giudicante si prepara infatti a emettere sentenza – avrà tempo da 7

LEGGI

I giudici della III sezione del Tar di Milano hanno rimandato al 13 dicembre la decisione sul ricorso contro il risultato delle elezioni del giugno scorso, quando i ricorrenti Enea Moscon del Municipio 5 (nella foto) e Loredana Bigatti del Municipio 4,  furono sconfitti rispettivamente per 121

LEGGI

Per il ricorso sul voto dell’elezione dei presidenti dei Municipi 4 e 5 tutto slitta all’8 novembre. È questo l’esito dell’udienza che si è tenuta il 5 ottobre presso la III Sezione del Tar di Milano. A quattro mesi dalle elezioni del 5 giugno una

LEGGI

Prima seduta il 27 luglio, in contemporanea, per i Municipi 4, 5 e 6, con appuntamento per i neoletti  nelle rispettive sedi di via Oglio 18 (alle ore 18,30), di viale Tibaldi 41 (alle ore 19) e Legioni Romane 54 (alle ore 19,30). All’ordine del

LEGGI

Oggi 9 giugno,  l’Ufficio centrale municipale del Comune, dopo aver esaminato i  verbali delle 111 sezioni  del Municipio 5, ha proclamato Alessandro Bramati (Centrodestra) presidente del Municipio 5. Con Bramati sono stati proclamati anche i 30 consiglieri che comporranno il nuovo Consiglio municipale (sotto riportiamo

LEGGI

Con il nuovo decentramento i Consigli di Zona si trasformano in Municipi e i presidenti in “mini sindaci”. Si tratta di una vera e propria rivoluzione copernicana, che nei prossimi anni – se la volontà politica che ha avviato il provvedimento sarà confermata -  sposterà

LEGGI